Tanti podisti alla Staffetta della legalità nonostante la pioggia

L’inedita corsa ha visto la partecipazione di molte persone, che nonostante la pioggia hanno preso parte ai due percorsi previsti

Si è svolta domenica la Staffetta della legalità, che ha attraversato tutti i comuni dell’Unione della Bassa Romagna. L’inedita corsa ha visto la partecipazione di molte persone, che nonostante la pioggia hanno preso parte ai due percorsi previsti, con arrivo in entrambi i casi a Conselice dove è stata celebrata la giornata della legalità davanti al Monumento della stampa clandestina. Alla staffetta erano presenti il consigliere regionale Mirco Bagnari, il sindaco di Conselice, Paola Pula, il sindaco di Bagnara di Romagna e referente per l’Unione per le Politiche giovanili, Cultura e Sport, Riccardo Francone e il primo cittadino di Massa Lombarda, Daniele Bassi. “Siamo molto soddisfatti dell’esito dell’iniziativa - ha dichiarato il sindaco Riccardo Francone, referente per lo Sport, Cultura e Politiche giovanili dell’Ucbr -. Il maltempo non ha frenato gli entusiasmi, per questo intendiamo replicare l’esperienza anche il prossimo anno”. L’iniziativa è nata da un’idea condivisa di Uisp Lugo-Ravenna, Comitato podistico ravennate, le reti d’impresa di Alfonsine, Bagnacavallo, Conselice, Cotignola, Fusignano, Lugo, Massa Lombarda, e le Pro Loco di Bagnara di Romagna e Sant’Agata sul Santerno, in collaborazione e con il patrocinio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Maltempo senza tregua, fiumi e canali osservati speciali. E sul litorale una domenica critica

  • Qualità della vita, criminalità altissima a Ravenna: peggio di lei solo Milano, Rimini e Trieste

  • Incendio al panificio: fermato sospettato, l'avrebbe dato alle fiamme per evitare il pignoramento

Torna su
RavennaToday è in caricamento