Lido di Dante e naturismo: la proposta per la valorizzazione turistica

A presentarla è Fidenzio Laghi, fino al 2001 presidente Associazione Naturista Emiliano Romagnola, che ha inviato l'idea del progetto al sindaco Michele De Pascale e all'assessore Giacomo Costantini

Una proposta per valorizzare il turismo naturista a Lido di Dante. A presentarla è Fidenzio Laghi, fino al 2001 presidente Associazione Naturista Emiliano Romagnola, che ha inviato l'idea del progetto al sindaco Michele De Pascale e all'assessore Giacomo Costantini. L'idea prevede la presenza di un bar all'interno di un chiosco in legno con tanto di bagno, ma senza area riservata per lettini ed ombrelloni ed una divisione simbolica con arelle fra l'area naturista libera (clothing optional) e quella tradizionale tessile segnalata con cartelli. "A questo - spiega Laghi - va aggiunto, più a sud, il bagnino di salvataggio, la possibilità di poter passeggiare sulla sola battigia sino alla Foce del Bevano e la pulizia quotidiana della spiaggia". Da Laghi anche un suggerimento per la protezione delle dune: "limite della spiaggia per la nidificazione, sentieri consentiti per accedere al litorale e aree vietate per la protezione delle dune e ricostruzione".

suggerimentopsalvaredune-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Lorenzo, morto annegato nel canale di Milano Marittima: studiava per diventare chef

  • Tragedia sulle strade: 17enne precipita nel canale e perde la vita

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Fitta nebbia, scontro tra camion sulla Statale Romea Dir: lunghe code, arteria bloccata

  • Il dramma di Lorenzo, eseguita l'ispezione cadaverica. Perizia fotografica sulla minicar

  • Violento scontro nel pomeriggio tra due auto: diversi feriti, ma per fortuna non sono gravi

Torna su
RavennaToday è in caricamento