Turismo, promozione e valorizzazione del territorio: dalla Regione fondi per le Pro Loco

I fondi, assegnati dopo un bando, per l'animazione turistica e la valorizzazione delle risorse naturali, artistiche, storiche e culturali dell'Emilia-Romagna

La Regione investe sule attività organizzate dalle locali pro loco. I fondi, messi a disposizione attraverso un bando della Giunta regionale, sono rivolti all’animazione turistica e alla valorizzazione delle risorse naturali, ambientali, artistiche, storiche e culturali dell’Emilia-Romagna. Obiettivo: premiare la capacità organizzativa e l’efficacia dell’animazione turistica messa in campo dalle pro loco.

Nel ravennate le risorse ammontano a circa 120 mila euro: circa 40 mila euro ciascuna all’associazione di pro loco di Marina di Ravenna (Castiglione di Cervia, Marina Romea, Sant'Alberto, Casal Borsetti, Lido Adriano, Marina di Ravenna); a quella di Casola Valsenio (Brisighella, Riolo Terme, Faenza, Tossignano, Milano Marittima, Savio Casola Valsenio) e all’associazione pro loco Cotignola che comprende Cotignola, Fusignano, Massa Lombarda, Alfonsine, Conselice, Lugo, Solarolo.

"Innovazione, impegno e partecipazione caratterizzano le tante realtà che accompagnano la vita delle piccole comunità- spiega l’assessore regionale a Turismo e commercio, Andrea Corsini-. Si tratta di attività importanti per rivitalizzare i piccoli centri, soprattutto in zone montane, e che coinvolgono diverse associazioni che lavorano insieme. Con l’attuazione di questo bando, la Regione riconosce l'impegno sociale e premia una forma di volontariato forte, presente su tutto il territorio regionale e capace di rafforzare la coesione di comunità, mettendola a servizio della valorizzazione del territorio, della sua identità, dei suoi prodotti di eccellenza, in un'ottica di crescita dell'offerta turistica locale".

"Questi progetti – dichiara soddisfatta la consigliera regionale Manuela Rontini, che si è occupata del tema fin dall’approvazione dell’apposita legge regionale, nel marzo 2016 – contribuiscono ad animare e rendere ancora più attrattive le nostre località, che si tratti della riviera, dell’entroterra o dell’appennino. Anche quest’anno le Pro loco ravennati che hanno partecipato al bando hanno dimostrato ottima capacità progettuale, disponibilità a lavorare in squadra e a fare rete. La Regione continuerà a sostenere quelle realtà che, come le Pro loco, si impegnano con generosità per rendere più bello il nostro territorio, organizzando momenti di aggregazione appetibili sia per i residenti, che per i turisti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nel riminese il primo caso in Romagna

Torna su
RavennaToday è in caricamento