Un'escursione tra le saline alla scoperta del turismo lento e sostenibile

Un’area vocata al turismo slow e all’ecoturismo, dove la natura viene tutelata proprio grazie a una mobilità sostenibile e a buone pratiche di gestione turistica

Si trova a Cervia in questi giorni una delegazione del progetto RuralGrowth, in visita ad Atlantide, indicata dall’Università di Newcastle come una delle best practices nell’ambito del turismo sostenibile e rurale. La delegazione, costituita da 25 rappresentanti di Ungheria, Olanda, Finlandia, Spagna, Romania, Inghilterra e Italia, martedì si recherà in visita al Centro Visite Salina di Cervia, dove sono previste l’escursione in barca elettrica e una presentazione del modello di lavoro di Atlantide nella gestione di un Centro Visite e nella valorizzazione di un’area protetta come la Salina, porta sud del Parco del Delta del Po. Un’area vocata al turismo slow e all’ecoturismo, dove la natura viene tutelata proprio grazie a una mobilità sostenibile e a buone pratiche di gestione turistica.

“È una grande soddisfazione per Atlantide essere un esempio a livello europeo nel campo turistico – sottolinea Massimo Gottifredi Presidente di Atlantide - in particolare per l’adozione di una policy nei nostri parchi che mira a sviluppare e stimolare un turismo lento e attento al territorio e all’ambiente. Barche e pulmini elettrici, bici, passeggiate sono l’unica modalità di spostamento, l’attenzione all’ambiente attraverso scelte sostenibili di fruizione e nuove modalità per vivere la vacanza". Il progetto RuralGrowth si colloca nell’ambito dell’Obiettivo Specifico 2.1 del programma Interreg Europe e ha l'obiettivo generale di migliorare le policies per garantire uno sviluppo sostenibile, innovativo e integrato delle economie rurali attraverso l'aumento della competitività delle Pmi che operano nel settore del turismo rurale. Per perseguire l’obiettivo sono state individuate azioni volte a stimolare e promuovere programmi locali e regionali di sostegno alle Pmi che operano nel settore turistico, in particolare rurale, per migliorare le competenze, adottare soluzioni innovative ed ecocompatibili basate sui concetti di turismo lento e sostenibile, avviare nuove imprese e sviluppare nuovi prodotti e servizi orientati a un offerta di qualità attraverso la creazione e realizzazione di partnership.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Un incidente le porta via la mamma: una raccolta fondi per la figlia Agnese di 9 anni

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • Autoarticolato finisce fuori strada e si ribalta su un lato

Torna su
RavennaToday è in caricamento