Una stazione ecologica a San Pietro in Vincoli: "Promessa da decenni"

A parlare è la capogruppo della Pigna in consiglio Veronica Verlicchi, che lamenta "la ultra-ventennale promessa della realizzazione della stazione ecologica a San Pietro in Vincoli"

"Nonostante le eterne promesse del Pd e gli ordini del giorno presentati da noi della lista civica La Pigna e approvati dal Consiglio Comunale, il Sindaco de Pascale continua a disinteressarsi totalmente delle problematiche che affliggono i ravennati residenti nelle Ville Unite". A parlare è la capogruppo della Pigna in consiglio Veronica Verlicchi, che lamenta come "alla mancata manutenzione delle strade, alla mancata installazione delle telecamere di videosorveglianza, all’assenza del servizio di collegamento con autobus tra le località delle Ville Unite, all’assenza della fermata di linea Ravenna-Forlì si aggiunge la ultra-ventennale promessa della realizzazione della stazione ecologica a San Pietro in Vincoli. Attualmente, la stazione ecologica più vicina per l’area territoriale delle Ville Unite risulta essere quella di Roncalceci; troppo lontana per potere offrire realmente un servizio adeguato ai tanti residenti di questa popolosa area. Situazione, di fatto, riconosciuta anche dalle varie amministrazioni a guida Pd che si sono susseguite in questi anni e che hanno sempre promesso la realizzazione di una stazione ecologica nell’abitato di San Pietro in Vincoli".

"Sono passati decenni, ma di questa stazione continua a non vedersene nemmeno l’ombra - continua la consigliera d'opposizione - Eppure i ravennati e le aziende delle Ville Unite pagano la Tari e le imposte comunali esattamente come tutti gli altri. Ma, evidentemente, per il Sindaco de Pascale sono soggetti di serie C, del tutto trascurabili. I forti disagi che l’assenza delle stazione ecologica comporta ai residenti delle Ville Unite hanno portato gli stessi e il locale Comitato cittadino a manifestare con sempre più giustificata insistenza le proprie lamentele in più occasioni, evidenziando la grande difficoltà nel conferimento di quei rifiuti urbani che per tipologia, dimensioni e/o peso non possono essere raccolti tramite il servizio ordinario. La nostra proposta, per far fronte a questa impellente necessità, é che il Comune acquisisca un terreno di proprietà della società Stepra all’interno della zona artigianale di San Pietro in Vincoli, nella quale realizzare tale stazione ecologica, completando le relative opere di urbanizzazione. Stepra attualmente é in procedura fallimentare: il Comune riuscirebbe, quindi, ad acquistare il terreno a condizioni più che favorevoli. Senza considerare il fatto che il Comune é anche socio di Stepra e che, pertanto, avrebbe potuto tranquillamente acquistare tale terreno anche in passato a condizioni agevolate, tenendo fede alle promesse fatte e rifatte ai cittadini delle Ville Unite. Con l’acquisto del terreno e il completamento delle opere di urbanizzazione, si darebbe un importante slancio al processo di realizzazione della stazione ecologica delle Ville Unite. Abbiamo, quindi, depositato una mozione in Consiglio comunale a sostegno di questo progetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento