Via vai sospetto, blitz dei Carabinieri: coppia finisce in manette

All’atto dell’irruzione, la compagna italiana del tunisino avrebbe cercato di disfarsi dello stupefacente, recuperato poi dai militari

I Carabinieri della Compagnia di Ravenna hanno tratto in arresto una coppia di trentenni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, originario della Tunisia, si trovava già agli arresti domiciliari a Sant’Alberto per reati in materia di stupefacenti.

I Carabinieri della stazione di Sant’Alberto hanno monitorato l’appartamento del trentenne tenendo d’occhio chi lo frequentava. Domenica, dopo aver assistito a un via-vai sospetto di persone, hanno deciso di fare una visita a casa dell'uomo, che avrebbero trovato in possesso di 52 grammi di cocaina, bilancino di precisione e materiale per il frazionamento e il confezionamento delle dosi. All’atto dell’irruzione, la compagna italiana del tunisino avrebbe cercato di disfarsi dello stupefacente, recuperato poi dai militari. In base a quanto accertato, i militari hanno dichiarato la coppia in stato di arresto. Lunedì mattina al termine del processo direttissimo, con la convalida, il Giudice ha disposto per lo straniero la detenzione in carcere e per la donna la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento