Vietare il fumo in spiaggia, l'assessore: "Divieto non necessario e complesso da far rispettare"

Vietare il fumo in spiaggia e durante gli eventi più importanti. E' questo, in sostanza, quanto hanno chiesto i consiglieri del Gruppo misto Marco Maiolini ed Emanuele Panizza in un question time presentato alla giunta

Vietare il fumo in spiaggia e durante gli eventi più importanti. E' questo, in sostanza, quanto hanno chiesto i consiglieri del Gruppo misto Marco Maiolini ed Emanuele Panizza in un question time presentato alla giunta. "La legge nazionale, in merito, non impone questo divieto - spiega l'assessore al turismo, coordinamento eventi e smart city Giacomo Costantini - Già da qualche tempo i nostri lidi vengono etichettati come "le spiagge delle regole", lasciando trasparire una connotazione non certo positiva. Riteniamo che non sia utile stabilire un tale divieto nei 35 chilometri della costa ravennate, quando le vicine città di Comacchio e Ceria non lo applicano; tanto più che un simile provvedimento previsto per periodi o situazioni specifiche diventerebbe ancor più complesso da far rispettare. Com'è noto la Polizia municipale è impegnata a prestare un controllo attento nelle nostre spiagge anche sull'abbandono dei rifiuti e sul littering, sorvegliando e contrastando questo fenomeno, specialmente ora che ci si avvia alla piena stagione e a un numero importante di presenze nei nostri lidi".

"Prendiamo atto della posizione dell’amministrazione comunale su questo tema: evidentemente confidano sulla buona educazione e senso civico di tutti i fumatori, ma purtroppo non é così, stante le tante lamentele che ci hanno spinto a presentare il question time - replicano Panizza e Maiolini - Quando ci sono grossi assembramenti di persone, sebbene all’aperto, è inevitabile che il fumo passivo investa e sia fastidioso, oltre che nocivo per chi ti sta vicino. Situazione che puntualmente si verifica in spiaggia nel weekend, in presenza di concerti, spettacoli, comizi, mercati ed eventi assimilabili. La precisazione che sarebbe "complesso da far rispettare" e che i lidi vicini non lo applicano, e quindi saremmo penalizzati dal punto di vista turistico, non giustifica un provvedimento che riguarda la salute pubblica, l’ambiente, il decoro e anche il turismo. Siamo convinti che le spiagge più pulite attraggano i turisti, anziché allontanarli. Spero che a questo punto facciano almeno una campagna sul tema per sensibilizzare i fumatori nel rispetto dell’ambiente e delle persone a loro vicine".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento