"Matrigna drogata e stuprata", poi le minacce di mostrare le foto al padre: arrestato

E' accusato di avere violentato per mesi la moglie del padre, servendosi di un farmaco per stordirla e minacciandola di mostrare al genitore immagini compromettenti

E' accusato di avere violentato per mesi la moglie del padre, servendosi di un farmaco per stordirla e minacciandola di mostrare al genitore immagini compromettenti. Per questo un giovane di origine magrebina sabato è stato fermato in aeroporto a Bologna mentre - come riportato dai quotidiani locali - stava per tornare nella città dove abita, a Lugo.

Il fermo, disposto dai Pm ravennati Alessandro Mancini e Antonio Vincenzo Bartolozzi, è scattato per pericolo di fuga alla luce delle dichiarazioni della donna, ritenute plausibili, su presunti abusi che sarebbero andati avanti dal novembre 2018 al luglio scorso. Dichiarazioni corroborate anche da quanto riferito dal padre del giovane, a partire dalle sue lunghe assenze da casa che avrebbero lasciato campo libero al ragazzo. L'uomo ha anche detto di essere in un'occasione caduto dalle scale per via della somministrazione di un farmaco, forse da parte del figlio, che gli aveva sdoppiato la vista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento