Anche Maestri aderisce al gruppo #NoCeta in difesa dei prodotti italiani

"La ratifica del trattato escluderà dai mercati i piccoli e medi produttori che rappresentano la nostra identità e che mantengono nel tempo la splendida varietà di produzioni Dop e Igp dei territori italiani"

"Raccogliendo la giusta sollecitazione della Coldiretti di Ravenna ho aderito all'Intergruppo parlamentare #NoCeta, composta da parlamentari, donne e uomini di ogni schieramento politico, convinti che sia necessario tutelare il settore agroalimentare che si prende cura del suolo e della biodiversità, contro un modello interessato a produrre e vendere prodotti di bassa qualità e pericolosi per la salute umana e l'ambiente". Il deputato di Possibile Andrea Mestri si schiera contro il trattato di libero scambio tra Unione Europea e Canada: "La ratifica del trattato escluderà dai mercati i piccoli e medi produttori che rappresentano la nostra identità e che, grazie al loro inesauribile impegno, mantengono nel tempo la splendida varietà di produzioni Dop e Igp dei territori italiani, come in Emilia Romagna quella dell'Olio Dop di Brisighella, o dell'allevamento di bovini di razza romagnola con il marchio Igp del Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale - continua Maestri - Con consapevolezza e fermezza sosterrò in ogni sede le ragioni del No al Ceta, perché sono convinto che nulla debba essere lasciato al caso per il bene comune".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • "Ravenna finirà sott'acqua entro il 2100": e con lei Venezia e Ferrara

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Incidente sulla statale Adriatica: camion esce di strada e si ribalta

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

Torna su
RavennaToday è in caricamento