"Casa Nova", posticipato a fine maggio il termine per presentare le domande

Infatti è possibile ottenere i “buoni casa” del contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa, fino ad un massimo di 2mila euro

A Cervia è attivo “Casa Nova”, l’innovativo progetto della Fondazione Del Monte,a sostegno delle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria per la casa, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e le Associazioni di categoria dell’artigianato Cna e Confartigianato. Infatti è possibile ottenere i “buoni casa” del contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa, fino ad un massimo di 2mila euro.

Possono richiederli proprietari o inquilini residenti per interventi nell’abitazione, come ad esempio messa in sicurezza di impianti, imbiancature, sostituzione di infissi etc. che presentino reddito ISEE relativo ai redditi 2010 non superiore a 18mila euro. Il valore massimo di ISEE è elevato a 20mila nei casi in cui un componente la famiglia abbia recentemente perduto l’occupazione.

Gli interessati devono scegliere il fornitore tra le imprese con sede legale nei comuni di Ravenna, Cervia e Russi che hanno aderito al progetto, e iscritte alla Camera di Commercio di Ravenna. Il termine per la presentazione delle domande  a sostegno delle spese di manutenzione per la casa è stato posticipato alla fine di maggio. A Cervia il modulo di domanda è disponibile presso il Cervia Informa Ufficio Relazioni con il Pubblico, Viale Roma, 33 Cervia (www.comunecervia.it) tel. 914011.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento