Fornirà 2.500 pasti scolastici al giorno: intitolato il centro di cottura in memoria di Dario Alvisi

L’inaugurazione è stata un'occasione importante per ricordare Alvisi, socio Gemos malato di Sla recentemente scomparso, insieme alla moglie Debora Donati

In memoria di Dario Alvisi è stato inaugurato sabato mattina a Montaletto di Cervia il centro di cottura realizzato dalla cooperativa di ristorazione Gemos. La struttura sorge in via Dell’Industria 3 e si estende su una superficie di circa 780 metri quadrati, compresi i servizi per il personale e l’aula di formazione. "Teniamo in modo particolare a questo progetto - ha spiegato la presidente di Gemos Mirella Paglierani -. Ci piaceva l’idea di ricordare Dario con qualcosa che durasse nel tempo e un pezzo del nostro cuore è qui".

L’inaugurazione è stata un'occasione importante per ricordare Alvisi, socio Gemos malato di Sla recentemente scomparso, insieme alla moglie Debora Donati che, proprio pochi mesi fa, ha fondato l'associazione «Insieme a te» in sua memoria. "Gemos c’è sempre stata e ci ha fatto sentire la sua vicinanza in tutti questi anni - ha detto Donati, che ha partecipato alla cerimonia insieme alle loro tre figlie -. Sono molto felice di ritrovare tutti qui oggi. Tra i soci fondatori dell’associazione “Insieme a te” ci sono tante persone di Gemos e questo per me è molto importante. Anticipo già che nella prossima stagione lo stabilimento balneare (una struttura attrezzata per l’accoglienza di persone con disabilità anche gravi realizzata dall’associazione Insieme a te nda) sarà aperto per due mesi interi e invito tutti coloro che volessero contribuire come volontari a unirsi a noi".

"Il nuovo centro di cottura di Montaletto attualmente produce circa 2.500 pasti scolastici al giorno, con possibilità di aumentare il numero fino a 4.000 in futuro. Si tratta di un centro cottura all’avanguardia - prosegue la presidente -. Fra centro e servizi esterni vengono impiegate complessivamente 36 persone e, ad oggi, i territori serviti sono quelli di Cervia, Bellaria, Rimini, Savignano e Cesena". È infatti in crescita l’impegno di Gemos nel settore della refezione scolastica: oltre a varie scuole nel Comune di Cesena, nei territori serviti dal nuovo centro cottura, nel 2018 la cooperativa faentina ha chiuso altri importanti appalti con alcuni Comuni del Trasimeno, di Castel San Pietro Terme e Ozzano dell’Emilia.

"Abbiamo cercato di allargare il ventaglio delle municipalità servite - conclude Paglierani - guardando anche al di fuori dei territori in cui già siamo presenti e conosciuti, un obiettivo che continueremo a perseguire anche nel 2019, perché vogliamo che Gemos diventi un importante attore nel panorama della ristorazione italiana". Alla cerimonia hanno preso parte, tra gli altri l'assessore al Turismo e al Commercio della Regione Emilia Romagna Andrea Corsini; l’assessore alla Sicurezza e Partecipazione del Comune di Cervia Giovanni Grandu; il presidente di Confcooperative Ravenna-Rimini Luca Bracci; il direttore di Confcooperative Emilia Romagna Pierlorenzo Rossi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In migliaia in marcia contro la mafia: "Le loro idee camminano sulle nostre gambe"

  • Video

    "La mafia uccide, il silenzio pure": corteo in memoria delle vittime innocenti - VIDEO

  • Cronaca

    Laura pausini arrabbiatissima, il nuovo singolo circola illegalmente: "Datemi nome e cognome"

  • RavennaToday

    "#Iodestatelavoro": il lavoro stagionale cerca i giovani

I più letti della settimana

  • Viola vince 190mila euro all'Eredità: "Regalerò un viaggio in America a mia madre"

  • Finisce in acqua con l'auto, scattano le disperate ricerche del corpo: ma la donna era a casa sua

  • Violenta esplosione in un'azienda: due ustionati, uno è in condizioni gravissime

  • Scossa di terremoto questa mattina: avvertita in alcuni comuni collinari del faentino

  • Perde il controllo dell'auto e vola nel fiume: si cerca una 49enne

  • La nuova hamburgeria gourmet che vuole far rinascere il centro storico: e assume personale

Torna su
RavennaToday è in caricamento