Cifre negative per il turismo: "L'assessore critica, ma la colpa è la sua"

La fine della stagione balneare si avvicina, e c'è già chi commenta i primi dati sul turismo dell'estate 2018

La fine della stagione balneare si avvicina, e c'è già chi commenta i primi dati sul turismo dell'estate 2018. "Le cifre negative per il turismo ravennate indicano che lo stesso risente, sempre più, dell’incapacità amministrativa dei governi Pd in Comune e in Regione - commenta la capogruppo della Pigna Veronica Verlicchi - Il Pd é responsabile del fatto che i collegamenti per raggiungere Ravenna rappresentino un percorso a ostacoli per i turisti che vogliono venire a Ravenna per godere dei nostri monumenti, delle nostre spiagge e dei nostri parchi naturalistici. Le località turistiche attorno a noi sono corse ai ripari già da tempo: Riccione è collegata a Milano ogni weekend estivo con un treno che impiega poco più di due ore per coprire la tratta;  per contro, noi abbiamo treni sporchi che percorrono la distanza con Bologna in 1 ora e 20 minuti. Ma alla tragedia comunale si aggiunge quella regionale: l'assessore regionale al turismo, Andrea Corsini, ha affermato che il problema dei nostri lidi è la mancanza di un'identità e l’incapacità di rinnovarsi degli operatori. Considerando che lui stesso è stato assessore al Turismo nel Comune di Ravenna per oltre otto anni, la sua è un'uscita a dir poco risibile. Evidentemente, durante il suo mandato in Comune, Corsini non si è mai accorto che i nove lidi non avevano un’identità e che i privati faticavano a investire".

Per la consigliera d'opposizione, manca "una promozione turistica efficiente, efficace e lungimirante. Negli ultimi decenni si è puntato solo sulla speculazione; si sostengono con lauti contributi sagre e feste di natura puramente commerciale, capaci solo di fare concorrenza agli operatori della ristorazione dei lidi senza attrarre nessun nuovo turista. Da diverse settimane abbiamo depositato due proposte che attendono di andare in discussione in consiglio comunale. Esse mirano a stimolare la giunta nel cercare un’intesa con Trenitalia per far arrivare i Frecciarossa anche a Ravenna, almeno per il periodo estivo, e a regolamentare le sagre e le feste sostenendo economicamente solo quelle che promuovono i prodotti tipici locali, meglio se in collaborazione con gli operatori della ristorazione del luogo. Ma la fine delle nostre proposte é segnata in partenza. Il Pd, come al solito, non le accoglierà per partito preso, facendo così un torto ai ristoratori e agli operatori turistici ravennati".

CambieRà

Anche la capogruppo di CambieRà, Samantha Tardi, commenta la situazione turismo e le dichiarazioni dell'assessore Corsini: "Mi verrebbe da domandare a Corsini con quale faccia tosta si chieda o si recrimini ai privati la poca voglia di impiegare risorse, quando i primi a non impiegare risorse qualitativamente sono proprio loro. Con che coraggio si chiede ai privati di seminare in un terreno arido e reso incoltivabile proprio dalla mala gestio delle politiche turistiche dei nostri governatori cittadini? Sono anni e anni – proprio anche durante il mandato ravennate di Corsini - che i lidi chiedono a gran voce di essere considerati come meritano nelle politiche turistiche e nei relativi investimenti; anni e anni che si conoscono i problemi base dei lidi e che solo la risoluzione di quelle piccole cose porterebbe a un miglioramento generale delle condizioni: manutenzioni stradali regolari, riqualificazione degli arredi urbani, pensiline bus decenti".

La consigliera d'opposizione ha anche presentato un question time per chiedere "Se da novembre 2017 ad oggi, grazie al Piano di Valorizzazione dei 9 lidi, si sia in grado di comunicare pubblicamente quali siano le 9 vocazioni emerse; cosa si è fatto, nel concreto, da novembre 2017 a oggi per la valorizzazione dei 9 lidi e delle relative identità; nel caso in cui il piano si fosse ancora in fase di studio, quali sono le intenzioni concrete di questa giunta da mettere in atto nei prossimi mesi per arrivare a proporre il nostro prodotto mare in maniera adeguata e con una forte identità, come richiesta anche dall’assessore Corsini, per la prossima stagione estiva 2019".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento