CNA a confronto sulla manovra economica

Il 2012 - anche a seguito dei provvedimenti assunti dal Governo - si apre con delle premesse difficili per la tenuta dell’economia del nostro Paese, con ripercussioni anche sul nostro territorio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Il 2012 - anche a seguito dei provvedimenti assunti dal Governo - si apre con delle premesse difficili per la tenuta dell’economia del nostro Paese, con ripercussioni anche sul nostro territorio, caratterizzato da un tessuto di imprese capaci di flessibilità operativa e impegnate in settori diversificati, con forti relazioni verso i mercati internazionali.

Abbiamo chiuso il 2011 con oltre 1.400 imprese associate alla CNA dell’area faentina, una tenuta importante confermata anche dal numero di servizi erogati alle imprese con alcuni dati significativi: c’è stata una tendenza al consolidamento delle imprese, significativo il dato di oltre 280 nuove assunzioni a fronte, tuttavia, di circa 30 imprese che hanno attivato accordi per gli ammortizzatori sociali (cassa integrazione in deroga), che coinvolgono circa 230 dipendenti, pur non utilizzati per la totalità dei lavoratori inseriti nei suddetti accordi.

Fondamentale, infine, il ruolo del credito, necessario alle imprese per accedere a finanziamenti e liquidità: gli uffici CNA presenti nei comuni dell’area faentina, hanno erogato finanziamenti - attraverso la cooperativa Unifidi – a 258 aziende per oltre 26 milioni di euro, ben oltre le previsioni definite a inizio anno, una tendenza che supera notevolmente i risultati già significativi del 2010.

Pur a fronte di una diminuzione di imprese attive operanti nel comprensorio faentino, registriamo una importante tendenza alla costituzione di nuove attività nel campo dei servizi e delle attività manifatturiere.
Una situazione, quindi, variegata che evidenzia il periodo di difficoltà economica che prosegue ormai da alcuni anni ma, allo stesso tempo, conferma la tenuta associativa che certamente deve essere accompagnata da una rinnovata azione di rappresentanza della CNA nei confronti dei propri associati e di sostegno al tessuto imprenditoriale.

A questo proposito, la CNA provinciale promuove un ciclo di conferenze sulla “Manovra economica Salva Italia”. L’iniziativa rivolta alle imprese del comprensorio faentino si terrà domani, martedì 31 gennaio alle ore 20,30  presso la sala conferenze della nuova sede CNA di Faenza, in via San Silvestro, 2/1, un’occasione di confronto e di informazione sui provvedimenti adottati dal Governo Monti.
 

Torna su
RavennaToday è in caricamento