CNA, Università e Istituzioni fanno scuola di impresa

Mercoledì, dalle ore 9.00 alle 13.00, è previsto l’evento di diffusione del progetto, presso l’Aula Magna dell’ITC Oriani IN VIA Manzoni 6 a Faenza.

“Innovazione, ricerca e creazione d’impresa”: è questo il progetto che CNA per la Scuola sta realizzando per gli studenti, anche grazie al contributo della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio di Faenza. Mercoledì,  dalle ore 9.00 alle 13.00, è previsto l’evento di diffusione del progetto, presso l’Aula Magna dell’ITC Oriani IN VIA Manzoni 6 a Faenza.

L’apertura dei lavori sarà a cura di Francesco Rivola, assessore alla Formazione Professionale della Provincia di Ravenna e di Daniela Toschi, responsabile Dipartimento Relazioni Industriali della CNA di Ravenna. Sono previsti gli interventi di saluto anche di Jader Dardi, responsabile CNA Area Faentina e Alberto Morini, presidente della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio di Faenza.

A seguire gli esperti di CNA per la Scuola esporranno il progetto realizzato e i risultati ottenuti; interverrà anche Marianna Panebarco, imprenditrice ravennate che ha curato un Campus Virtuale per l’avvio d’impresa su Second Life. E’ previsto poi l’intervento dell’imprenditore Gian Piero Zama, dell’azienda faentina Energy Casa e del prof. Riccardo Leoncini, professore ordinario di Economia Politica della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Bologna che disserterà sul tema “Innovazione, cambiamento tecnologico e impresa innovativa”.

A conclusione dell’evento, è prevista una perfomance teatrale, uno spettacolo interattivo sui progetti di diffusione della cultura d’impresa nelle scuole, con regia di Gianluca Reggiani di Manager Zen. Obiettivo del progetto è fornire ai giovani conoscenze, strumenti, motivazioni, facilitando il raccordo di esperienze e di cultura fra mondo della scuola e mondo del lavoro.

Il progetto si incardina sui percorsi formativi legati allo sviluppo del contesto locale, anche in un’ottica di lotta alla disoccupazione e di sviluppo del territorio attraverso azioni di orientamento all’imprenditorialità. Per troppo tempo, nell’immaginario collettivo, il lavoro autonomo è stata ritenuta una scelta meno gratificante dal punto di vista sociale rispetto ad altre professioni. Inoltre, i sistemi d’istruzione non sono predisposti per stimolare lo spirito imprenditoriale, poiché la finalità ultima del percorso formativo è stata per decenni quella di produrre lavoratori dipendenti destinati a lavorare in una grande azienda o presso la pubblica amministrazione. Questo mondo del lavoro non c’è più.

Educare alla cultura d’impresa, in particolare fra i giovani, significa innovare il programma scolastico, incoraggiando una visione positiva e realistica del ruolo dell’imprenditore. In affiancamento agli studenti, per lo sviluppo delle idee d’impresa, è intervenuta una rete di soggetti: imprenditori espressione del Comitato Giovani Imprenditori della CNA, che hanno guidato gli allievi nei passaggi operativi della simulazione d’impresa, consulenti aziendali, docenti e istituzioni locali.

 Oltre a ciò è stata attivata una collaborazione sistematica con il mondo dell’Università, al fine di fornire agli studenti partecipanti degli spunti di approfondimento su tematiche trasversali al mondo delle imprese, utili sia per lo sviluppo dei progetti che all’interno del proprio percorso scolastico e di crescita culturale. Si inserisce in questa direttiva, il seminario sull’innovazione tecnologica e organizzativa tenuto dal prof. Riccardo Leoncini all’interno dell’iniziativa del 23 novembre.

Potrebbe interessarti

  • I Consultori a Ravenna: elenco, indirizzi e servizi

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • I borghi medievali romagnoli da non perdere

  • Comprare una casa all'asta: come si fa?

I più letti della settimana

  • I pompieri arrivano per spegnere un incendio: e trovano il cadavere di un uomo

  • La scia di sangue non si ferma. Schianto sull'Adriatica, muore dopo 6 giorni di agonia

  • Si schiantano contro le auto parcheggiate e si cappottano: tre giovani in ospedale

  • Chiusi i 'campi-parcheggio' a Lido di Classe: ed è subito strage di multe

  • Colto da malore in auto col figlioletto: cittadini e Polizia locale evitano il disastro

  • Rischia di annegare mentre fa il bagno: salvato dai bagnini, è in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento