Fisascat Cisl, il nuovo segretario generale: "No al dumping contrattuale"

Bagnolini subentra Piero Casali, che è stato chiamato a ricoprire un importante incarico nella federazione a livello nazionale

"I lavoratori del terziario sono già flessibili. La concorrenza del terzo millennio va fatta sulla qualità del lavoro". E' quanto afferma Gianluca Bagnolini, nuovo segretario generale Fisascat Cisl Romagna, il sindacato che si occupa dei lavoratori del turismo e del commercio. Bagnolini è originario di Cesena e arriva in Fisascat di Forlì Cesena a inizio 2001, cominciando ad occuparsi di vertenze individuali. Passa poi alla Fisascat di Rimini ed è eletto segretario generale nel 2009. Nel 2013 si accorpano le tre Fisascat di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini di cui diventa  segretario generale aggiunto ed oggi sostituisce Piero Casali alla guida dell’importante federazione sindacale.

Bagnolini subentra Piero Casali, che è stato chiamato a ricoprire un importante incarico nella federazione a livello nazionale. Il parlamentino dei delegati del sindacato romagnolo si è riunito a Milano Marittima alla presenza del segretario generale nazionale della Fisascat, il forlivese Davide Guarini, e del segretario generale Cisl Romagna, Francesco Marinelli, per sancire il passaggio di consegne che ha visto anche la conferma di Laura Chiarini in segreteria.

"Il cosiddetto settore dei servizi è una delle leve dell’economia quindi anche dell’occupazione - dichiara il neo segretario - e il nostro impegno sindacale sarà quello d’impedire il cosiddetto dumping contrattuale ovvero la corsa al massimo ribasso sui salari e sulle condizioni di lavoro". Per mettere all’attenzione delle istituzioni e delle parti sociali questo tema, il prossimo 29 aprile Fisascat Romagna ha organizzato una doppia iniziativa a Cervia. Una “Staffetta della legalità” con partenza sia da Casalborsetti che da Cattolica ed arrivo in piazza Garibaldi a Cervia. Nello stesso giorno si terrà un convegno al teatro di Cervia che terminerà con uno spettacolo di Beppe Aurilia.

Fisascat Cisl Romagna associa 16.114 lavoratori (a dicembre 2018) e tra le analoghe strutture della Cisl è la terza in Italia per maggior numero di aderenti dopo le federazioni delle metropoli di Milano e Roma. Una federazione importante quella romagnola, tanto che esprime il segretario generale nazionale che è originario di Meldola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Via vai sospetto dal gommista: "pneumatici" stupefacenti, la droga era destinata a Forlì

  • Violento scontro nel pomeriggio tra due auto: diversi feriti, ma per fortuna non sono gravi

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Cade mentre lavora al porto e si frattura il cranio: operaio in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento