I sindacati alzano la voce contro le "liberalizzazioni selvagge"

Ciò sta portando a una debolezza e precarizzazione dei rapporti di lavoro, relativamente alle coperture delle giornate lavorative e dei nastri orari

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil contro le liberalizzazioni del commercio. “Dallo scorso primo gennaio le aziende possono determinare le aperture a seconda delle proprie e uniche volontà e desideri, con la possibilità di aperture 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Ciò sta portando a una debolezza e precarizzazione dei rapporti di lavoro, relativamente alle coperture delle giornate lavorative e dei nastri orari, nelle definizioni dettate dalle singole aziende o dai gruppi della grande distribuzione”.

“Tutto ciò sta mettendo in difficoltà la conciliazione dei tempi di vita con i tempi di lavoro di tutte le lavoratrici e i lavoratori, aggravando ulteriormente la situazione per single con figli in quanto non vi sono servizi pubblici a cui ci si può rivolgere per i fine settimana. - affermano i sindacati - Inoltre le liberalizzazioni nel commercio non porteranno posti di lavoro in più, ne daranno maggiore stabilizzazione agli attuali lavoratori, rendendo ancora più precari e deregolamentando ulteriormente i rapporti di lavoro con formule di lavoro più flessibili.
Di conseguenza le liberalizzazioni non produrranno una vera e sana concorrenza ma un forte aumento dei costi fissi per tutto il sistema commerciale. Le liberalizzazioni potrebbero, quindi, andare ad esclusivo vantaggio della grande distribuzione, comportando un forte rischio di chiusure di tante piccole realtà commerciali”.

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil di Ravenna si faranno promotrici di richieste di incontri con le istituzioni locali provinciali, al fine di trovare accordi territoriali che sanciscano le aperture e le chiusure domenicali e festive e le fasce orarie di riferimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita lanciandosi sotto un treno: circolazione dei treni in tilt per ore

  • Malore fatale mentre si trovava in vacanza: addio al commercialista Roberto Cottifogli

  • Una morte fredda e solitaria: si è spento Mark, il senzatetto di Pinarella

  • Ravenna in lutto: si è spento all'improvviso l'ex sindaco Fabrizio Matteucci

  • 'Accoglieteli a casa vostra', Fiorenza apre le porte a un rifugiato: "Grazie a lui ho ritrovato una famiglia"

  • Scontro in mare tra un peschereccio e un gommone: cinque feriti, due sono gravissimi

Torna su
RavennaToday è in caricamento