Il maltempo mette in ginocchio imprese e famiglie: finanziamenti a tasso zero dalle banche

La Cassa di Ravenna, per sostenere le famiglie e le imprese colpite dalla straordinaria ondata di maltempo registrata nei giorni scorsi, ha messo a disposizione un primo plafond di due milioni di euro

La Cassa di Ravenna, per sostenere con immediatezza le famiglie e le imprese colpite e penalizzate dalla straordinaria ondata di maltempo registrata nei giorni scorsi, ha immediatamente messo a disposizione un primo plafond di due milioni di euro per finanziamenti a tasso zero, atti a fronteggiare le prime e immediate esigenze dei danni causati dalle intemperie. Tali finanziamenti, a tasso zero e senza diritti di istruttoria, saranno riservati a tutti coloro che attesteranno di aver subito danni in relazione alle calamità.

I finanziamenti potranno essere erogati, per singolo beneficiario, fino a un massimo di 100mila euro attraverso apertura di credito in conto corrente, della durata massima di 18 mesi; finanziamenti chirografari della durata massima di 48 mesi con rate mensili e zero diritti di istruttoria. Con questa iniziativa la Cassa di Ravenna intende dare un forte segnale di sostegno alle famiglie, ai professionisti e a tutte le imprese, supportandole concretamente e con la massima disponibilità e operatività nelle difficoltà generate da questi gravosissimi e sempre più frequenti estremi eventi climatici.

Anche Bper Banca mette in campo un intervento per alleviare i disagi di famiglie e imprese che hanno subito pesanti danni a causa del maltempo. L’Istituto di credito, infatti, mette a disposizione dei finanziamenti fino a 10mila euro per le famiglie e fino a 50mila euro per le imprese, di durata fino a 36 mesi. Per importi non superiori ai 10mila euro verrà applicato il tasso zero per i primi sei mesi e successivamente il tasso fisso dell’1%. Per importi superiori il tasso sarà fisso all’1%. Le domande potranno essere avanzate fino al 31 agosto 2019.

Un plafond da 100 milioni di euro destinato a famiglie e imprese dell’Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia è invece la risposta di Banca Monte dei Paschi di Siena destinata a far fronte alle più impellenti esigenze a copertura dei danni dovuti alla violenta ondata di maltempo che si è abbattuta lungo tutta la costa adriatica. Per consentire agli imprenditori e alle piccole e medie imprese locali di agire tempestivamente e limitare l’impatto dell’evento calamitoso, BMps mette a disposizione finanziamenti a condizioni agevolate che seguiranno un iter istruttorio prioritario. Queste misure sono destinate a offrire un sostegno concreto e immediato in particolare alle aziende agroalimentari e a quelle del settore turistico impegnate nella stagione balneare.

Anche la Bcc ravennate, forlivese e imolese, cooperativa di credito delle Aree di Faenza, Forlì, Imola, Lugo, Ravenna, scende in campo al fianco degli agricoltori colpiti dal maltempo. Già a partire dalle inondazioni avvenute sul territorio a partire dal 12 maggio scorso (che avevano causato ingenti danni alla produzione e agli impianti), la Bcc ravennate, forlivese e imolese ha riattivato un apposito plafond di 10 milioni di euro contro le calamità naturali. La Banca è in grado di mettere a disposizione degli imprenditori interessati dei finanziamenti a medio termine con un periodo di pre-ammortamento di durata massima di 18 mesi, al fine di agevolare il ripristino della normale attività al più presto possibile. In alternativa, per i clienti che hanno già mutui in essere, è possibile richiedere la sospensione delle rate per 12 mesi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine anche Crédit Agricole Italia ha messo a disposizione linee di credito finalizzate a fronteggiare i danni subiti fornendo la liquidità necessaria per affrontare l’emergenza: i finanziamenti potranno essere erogati fino a un massimo di 200mila euro per singolo beneficiario anche con finanziamenti chirografari della durata massima di 48 mesi con rate mensili. Il plafond attivato dall’istituto per l’emergenza è di 10 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Scontro tra due ciclisti nel sottopasso: uno è in condizioni gravissime

  • Perde il controllo della moto e cade nel fosso: interviene l'elicottero

  • Donna "molesta" in un bar, ma quando la Polizia arriva lei è in balìa delle onde del mare: salvata

  • Investito mentre va in bici insieme ad altri ciclisti: si alza l'elicottero dei soccorsi

  • Sorpresi a festeggiare in massa e senza mascherine: 14 ragazzi multati

Torna su
RavennaToday è in caricamento