Imposta di soggiorno, Confcommercio: "Reinvestire nel turismo un milione di euro"

Scialfa: "Ribadiamo la necessità, già più volte espressa nelle diverse sedi istituzionali, come il gettito derivante dall’applicazione dell’imposta debba essere reinvestito in ambito turistico"

In merito alla possibilità avanzata dall’assessore comunale al turismo Giacomo Costantini di revisione del Regolamento relativo all’imposta di soggiorno, Federalberghi Confcommercio Ravenna ritiene di non dover segnalare modifiche all’impianto del Regolamento. "Allo stato attuale, infatti, non ci sono particolari motivazione per rivedere il Regolamento che viene applicato alle strutture ricettive del Comune di Ravenna da cinque anni - spiega il presidente Nicola Scialfa - Confermando la posizione di Federalberghi di netta contrarietà all’applicazione dell’imposta di soggiorno, ribadiamo altresì la necessità, già più volte espressa nelle diverse sedi istituzionali, come il gettito derivante dall’applicazione dell’imposta debba essere reinvestito in ambito turistico: in particolare chiediamo che almeno 500mila euro siano destinati alla valorizzazione e promozione turistica del nostro territorio, mentre altri 500mila euro siano utilizzati per migliorare l’arredo urbano dei lidi ravennati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Il cuore grande dei romagnoli: vacanze in campeggio gratis per medici e infermieri

Torna su
RavennaToday è in caricamento