Le imprese balneari ravennati incontrano l’entroterra forlivese

Nel 2018, anno del Cibo, la Confcommercio di Ravenna promuove progetti per le destinazioni ospitali del territorio

E’ il progetto “La Destinazione Ospitale del territorio ravennate”, promosso da Confcommercio Ravenna, a portare un gruppo d’imprese balneari all'incontro con il Comune di Forlì per un confronto sulle strategie più efficaci da adottare per soddisfare un viaggiatore/turista che desidera sempre più un’esperienza personalizzata che lo veda usufruire di servizi organizzati sulla base dei suoi gusti e dei suoi spostamenti sul territorio.

“Dai risultati sui comportamenti dei viaggiatori – sottolinea Fausto Faggioli, attuatore del progetto - emerge un interessante trend, quello dell’interesse verso i beni esperienziali, rispetto ai prodotti materiali. Una tendenza che sottolinea il nuovo carattere del viaggiatore del futuro, guidato dai più svariati interessi: dal relax ai social network, alla gastronomia, alla cultura e molti altri ma tutti legati dal file-rouge dell’esperienza arricchente in se stessa.” “In questo progetto, come nel nostro progetto “Il Cibo nei Borghi Ospitali” – continua Alberto Zattini, direttore di Confcommercio Forlì che ha intrapreso da anni una felice collaborazione con i colleghi ravennati – la costa e l’entroterra creano un’offerta turistica condivisa, capace di esistere sul mercato, con la consapevolezza che oggi per stare sul mercato ci vogliono forti sinergie tra pubblico e privato e un’efficace coesione interna di chi opera nel settore".

“La possibilità di realizzare gli obiettivi del progetto “La Destinazione Ospitale del territorio ravennate ” - prosegue Mauro Mambelli, presidente Confcommercio Ravenna - viene garantita dalla collaborazione con le imprese del programma “Happy Bio”, in cui si integra la potenzialità estiva della costa ravennate con le stagionalità dell’entroterra. L’idea progettuale è quella di dare al territorio ravennate un’attrattività turistico-culturale-ambientale-enogastronomica, che susciti nel turista la voglia di vivere l’esperienza di un soggiorno memorabile in uno scenario suggestivo e raro, immerso nella cultura e nelle atmosfere di territori unici nel loro genere, con una storia antica e in una natura affascinante e intatta". Termina il gruppo delle imprese balneari: “Già ora nei nostri ospiti, vediamo quanto grande sia desiderio di condividere in rete l’esperienza che stanno vivendo. La vacanza di questi ospiti super connessi, inizia con il viaggio e “strada facendo” le aspettative si fanno sempre più alte, dobbiamo quindi essere in grado di anticipare le loro scelte e offrire prodotti specifici in tempo reale per le loro esigenze. Con queste premesse, il cambiamento potrà solo accelerare e nei prossimi anni, comprendere le necessità degli ospiti sarà vitale per tutti i fornitori, buyer e venditori. In questo modo, potremo essere certi che vengano prese le giuste decisioni di investimento e attività finalizzati alla promozione e valorizzazione dei territori ravennate e forlivese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

Torna su
RavennaToday è in caricamento