Mercati del riuso verso l'abolizione: "Il provvedimento non toccherà le fiere di qualità"

Esordisce così, in una nota, il gruppo Secondamano, storica società organizzatrice de La Pulce nel Baule e La Pulce d’Acqua a Ravenna

“Nei giorni scorsi ha fatto scalpore la dichiarazione dell’assessore regionale al Turismo e Commercio Andrea Corsini sull’abolizione dei mercati del riuso. L’esternazione è giunta durante la serata Confesercenti dedicata ai 70 anni dell'Associazione”. Esordisce così, in una nota, il gruppo Secondamano, storica società organizzatrice de La Pulce nel Baule e La Pulce d’Acqua a Ravenna.

“Di fronte alle domande arrivateci da centinaia di utenti circa il destino delle nostre manifestazioni dopo tale decisione della Regione Emilia Romagna - continua il gruppo – vogliamo rassicurare gli interlocutori, poiché le istituzioni hanno esternato formalmente la propria scelta di non intervenire nei confronti delle realtà locali in cui si svolgano fiere del riciclo di riconosciuta qualità, come nel nostro caso, che potranno continuare nel loro svolgimento anche ospitando privati cittadini che desiderino riciclare i propri oggetti usati altrimenti destinati alla dismissione o allo smaltimento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

Torna su
RavennaToday è in caricamento