Mercatone Uno, anche i lavoratori del ravennate potranno ricevere i contributi straordinari della Regione

Già da giovedì i lavoratori sospesi dal Mercatone Uno e senza retribuzione potranno recarsi negli uffici del Servizio sociale associato per ricevere informazioni su come presentare la domanda

Anche i nuclei familiari di lavoratori sospesi dal lavoro al Mercatone Uno e senza retribuzione, in attesa di vedere attivati gli ammortizzatori sociali, e che si trovano anche a rischio di esclusione dalle misure di protezione sociale ordinarie, potranno beneficiare delle risorse messe a disposizione dalla Regione Emilia Romagna con un primo stanziamento di 150mila euro. Si tratta di un primo supporto a carattere emergenziale e transitorio destinato ai Comuni o loro Unioni, affinché possano assegnare risorse alle famiglie che piombano di colpo in condizioni di fragilità economica nel momento in cui uno dei componenti è coinvolto in particolari casi di crisi aziendali, per rispondere a bisogni inderogabili e urgenti nel periodo non coperto da ammortizzatori sociali. Il provvedimento ha trovato la sua prima applicazione appunto per il Mercatone Uno.

La giunta comunale, su proposta dell’assessora ai Servizi sociali Valentina Morigi, ha recepito ieri la delibera regionale. “Si tratta – sottolinea Morigi – di una misura importantissima e inedita. La Regione si è fatta carico del sostegno a numerosissime famiglie che si trovano in situazioni di grande difficoltà, in attesa che il Governo faccia la propria parte per mettere in campo i necessari ammortizzatori sociali. Come Comune ci siamo a nostra volta attivati per mettere i cittadini nella condizione di ricevere questo sostegno nel più breve tempo possibile”. Già da giovedì i lavoratori sospesi dal Mercatone Uno e senza retribuzione potranno recarsi negli uffici del Servizio sociale associato per ricevere informazioni su come presentare la domanda. Rispetto ai regolamenti di assistenza economica e sociale del Servizio sociale associato dei Comuni di Ravenna, Cervia e Russi sarà possibile derogare dal rispetto delle soglie Isee per l’accesso ai servizi.

Questi gli uffici ai quali fare riferimento per informazioni

Sede di via Maggiore 122, Ravenna
Lunedì e mercoledì dalle 8.30 alle 10.30
Giovedì dalle 14.30 alle 16.30
In altri giorni e orari su appuntamento
Tel. 0544 485520 /Fax 0544 482045

Sede di viale Berlinguer 11, Ravenna
Lunedì e mercoledì dalle 8.30 alle 10.30
Giovedì dalle 14.30 alle 16.30
In altri giorni e orari su appuntamento
Tel. 0544 485561 /Fax 0544 482817

Sede di via Aquileia 13, Ravenna
Lunedì e mercoledì dalle 8.30 alle 10.30
Giovedì dalle 14.30 alle 16.30
In altri giorni e orari su appuntamento
Tel. 0544 485620 /Fax 0544 482464

Comune di Russi, via Trieste 1
Martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 11.00
Giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00
In altri giorni e orari su appuntamento
Tel. 0544 485850 /Fax 0544 586831

Comune di Cervia, viale Roma 33
Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00
Giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00
In altri giorni e orari su appuntamento
Tel. 0544 979380 /Fax 0544 977574 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

  • Trova un portafogli pieno di soldi e lo restituisce all'anziano: "La mia religione mi impone di essere onesto"

Torna su
RavennaToday è in caricamento