Movida e sicurezza, Confcommercio e Federalberghi chiedono un incontro al Ministro Salvini

Una lettera al Ministro dell’Interno Matteo Salvini per richiedere un incontro con all’ordine del giorno "decoro, sicurezza e rispetto delle leggi", alcuni dei temi più caldi di questa estate 2018

Salvini a Milano Marittima

Una lettera al Ministro dell’Interno Matteo Salvini per richiedere un incontro con all’ordine del giorno "decoro, sicurezza e rispetto delle leggi", alcuni dei temi più caldi di questa estate 2018: è quella che hanno inviato i presidenti Confcommercio e Federalberghi Ascom Cervia lunedì mattina, in vista dell'arrivo di Salvini a Cervia per la festa della Lega Nord (dove in realtà il segretario del Carroccio è arrivato "in anticipo" per godersi qualche giorno di vacanza).

Tematiche da sempre a cuore ad Ascom e Federalberghi, per cui le due associazioni di categoria del territorio cervese si battono ormai da anni. "Da constatare la recente quasi “chiusura” del Comune di Cervia sulla proposta di alcuni imprenditori e delle stesse associazioni, nel voler finanziare più pattugliamenti in determinate zone "calde" - puntano il dito le associazioni - Il comune di Cervia, infatti, rispedisce al mittente la proposta riferendo che le tempistiche non vi sono per concordare un intervento pianificato nonché un piano strategico in nome della sicurezza e della legalità, facendo slittare l’appuntamento al prossimo autunno. Insomma, la soluzione allo sballo, al degrado e all’inciviltà, sarebbe da rimandare. La salvaguardia della nostra location Marittima va discussa adesso: non ci possiamo permettere attese che possono risultare dannose. Si son viste “fiorire” in questi anni numerose ordinanze “anti-sballo”, sul decoro, sugli addii al celibato; un impegno dell’amministrazione comunale tramutato in provvedimenti e ordinanze che, senza gli adeguati controlli, dovuto anche al sotto organico del personale delle forze dell'ordine, condanna il nostro territorio.

Le associazioni di imprenditori vorrebbero che l'arrivo di Salvini in Romgna fosse anche occasione di incontro, "un momento nel quale, seduti attorno un tavolo, ci si possa confrontare nonché discutere della situazione angosciosa e del malessere che spesso padroneggia in chi fa fatica a riconoscere la Milano Marittima che si è sempre contraddistinta per ordine, decoro, e prestigio. Ci affidiamo quindi alla competenza del Ministro Salvini, invitandolo nella sede di viale G. Di Vittorio 26 a Cervia per affidargli, quale Garante della sicurezza e della legalità, un progetto di sicurezza che potrebbe essere spunto nonché oggetto di emulazione per tanti altri comuni italiani".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • Si allena con la bici per l'Ironman, ma in autostrada: caos sull'A14

  • Camion resta bloccato sul ponte: "Pericolosissimo, si aspetta che crolli?"

  • Finge un problema all'auto e blocca le due presunte ladre d'appartamento

  • Scoppia un incendio nell'azienda di pallet: alta colonna di fumo nero in cielo

  • Escort e over 45, trasgressione senza età: il lato piccante di Ravenna

Torna su
RavennaToday è in caricamento