Sconvolgimenti climatici al centro dell'assemblea provinciale di Coldiretti

L'Assemblea Provinciale di Coldiretti Ravenna si è riunita nei giorni scorsi sotto il coordinamento del Presidente Nicola Dalmonte e del Direttore Walter Luchetta

Dal rinnovamento delle sedi territoriali di Faenza e Lugo, destinate ad ampliarsi per offrire agli utenti servizi ancora più efficienti, alle prospettive di un’azione sindacale che punta a difendere gli interessi degli imprenditori agricoli muovendosi tra ambiente, mercato e pressing nei confronti delle istituzioni.

Questi alcuni dei temi trattati nel corso dell’Assemblea Provinciale di Coldiretti Ravenna, riunitasi nei giorni scorsi sotto il coordinamento del Presidente Nicola Dalmonte e del Direttore Walter Luchetta. Prima di guardare avanti e di anticipare strategie future e priorità a breve termine, l’Assemblea ha ripercorso quanto è stato fatto in questi ultimi mesi sia sul fronte economico, con l’avvio e lo sviluppo del progetto Filiera Italia, primo esempio nazionale di alleanza a tutela e rappresentanza della vera distintività ed eccellenza della produzione agroalimentare italiana, che su quello eminentemente sindacale, con le vertenza condotte a livello regionale per abbattere il carico burocratico che zavorra le imprese. In questi mesi, inoltre, Coldiretti ha visto ulteriormente legittimarsi il suo ruolo di interlocutore autorevole sia verso la politica: ne è un esempio la presenza del Premier Giuseppe Conte al convegno promosso al ‘TuttoFood’ di Milano che ha visto rafforzarsi l’asse nazionale nel contrasto all’italian sounding, sia verso la società civile, verso quelle famiglie di consumatori che, insieme agli agricoltori, stanno traendo i primi benefici dell’etichettatura obbligatoria ottenuta da Coldiretti sugli alimenti base della dieta mediterranea.

“Una battaglia per la trasparenza, e quindi per la sicurezza alimentare - ha ribadito il Presidente Dalmonte - che la nostra Organizzazione conduce da più di 20 anni e che è all’origine della nascita di Campagna Amica, la più grande rete di vendita diretta del mondo, nonché della Petizione Europea #StopCiboAnonimo, perché mai come ora il valore del vero Made in Italy va difeso in Europa”. Sempre in tema di trasparenza è stata poi ricordata la storica sentenza del Consiglio di Stato, il cui recente pronunciamento è stato sollecitato proprio da Coldiretti. "Con la sentenza in questione si è messa fine ad una complessa e fitta maglia di norme e procedure doganali che in nome di una presunta “privacy” celavano un sistema che solo in Italia utilizza circa un terzo di materie prime straniere che diventano poi sul mercato prodotti Made in Italy".

A scendere più sul piano locale ci ha pensato il Direttore Luchetta, ricordando la "convinta adesione di tutti i candidati ravennati all’Europarlamento, nonché dei candidati sindaci alle Amministrative del 26 maggio, al sostegno della petizione, mentre sul fronte del rapporto col consumatore è stato ricordato come, dopo l’apertura del Mercato Coperto di Campagna Amica a Ravenna, prosegue la promozione sul territorio provinciale delle vere genuinità locali, come si sta a facendo a Faenza con il nuovo mercato di piazza del Popolo, opportunità già apprezzata da moltissimi cittadini, ma anche con iniziative specifiche dedicate alla frutta estiva che, visto lo sfasamento stagionale perdurante, avrà necessità di un sostegno promozionale ancora più forte". Non è mancato il riferimento ai Villaggi Coldiretti, esperienza che verrà riproposta molto presto sempre nelle principali città italiane.

Si è affrontata poi la necessità di continuare a promuovere la genuinità delle produzioni locali. E proprio in merito al clima, alla luce anche delle recenti perturbazioni che hanno ingrossato paurosamente i corsi d’acqua, l’Assemblea si è trovata concorde sulla necessità di sensibilizzare le istituzioni sul ruolo che l’agricoltore può rivestire per la tutela idrogeologica del territorio. Allo stesso tempo è stato posto l’accento sull’emergenza fauna selvatica, in particolare nutrie, tassi e istrici.

PHOTO-2019-05-23-10-36-46-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Precipita per oltre cento metri dal sentiero di guerra del Pasubio: muore medico in pensione

  • Violento schianto tra due auto: gravissime madre e figlia

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Schianto in A14 tra una moto e un'auto: in gravi condizioni un ravennate

  • "Spoilerato" il Giro d'Italia 2020: c'è anche Cervia, annunci già sui siti degli hotel

  • Prima rovina un'auto durante una manovra, poi investe il proprietario e scappa: il pirata è un nonnino di 86 anni

Torna su
RavennaToday è in caricamento