Siglato accordo aziendale alla Compagnia Portuale

Venerdì è stato siglato il contratto, con la sottoscrizione unitaria di Nidil Cgil, Felsa Cisl e Uil Temp, per i lavoratori assunti dall'agenzia Intempo che lavorano alla Compagnia portuale

Venerdì è stato siglato il contratto, con la sottoscrizione unitaria di Nidil Cgil, Felsa Cisl e Uil Temp, per i lavoratori assunti dall’agenzia Intempo che lavorano alla Compagnia portuale. “Considero l’accordo siglato, che riguarda oltre 70 lavoratori, molto positivo - dice Idilio Galeotti segretario provinciale del Nidil Cgil - in quanto dimostra che, anche in un contesto produttivo e occupazionale difficile come quello che stiamo vivendo, è prevalsa la volontà da parte di tutti di affrontare insieme la fase contingente".

"Considero il chiudere un accordo in certi momenti ancora di maggior valore, per noi in rappresentanza dei lavoratori, ma penso anche per l’agenzia Intempo e anche per la Compagnia Portuale. Siamo partiti  da posizioni diverse e la capacità di trovare insieme la soluzione finale qualifica il nostro lavoro”, aggiunge Galeotti, sottolineando anche che organizzazioni sindacali, Rsu e Agenzia Intempo hanno lavorato con tenacia per ottenere a vantaggio dei lavoratori e del sistema produttivo. Altro aspetto qualificante sta nel merito dell’accordo nel quale viene sottolineata l’importanza di un confronto basato sulla  valorizzazione della forza lavoro.

“Si valutano  positivi i  processi di trasformazione dei contratti da tempo determinato a tempo indeterminato – dice Galeotti - che hanno riguardato diversi lavoratori nel 2011 e che continueranno sulla base di quelli che saranno i diritti maturati dai lavoratori. Le condizioni per una maggiore stabilizzazione dei lavoratori saranno oggetto di un prossimo confronto con l’auspicio di una ripresa stabile e duratura dei traffici portuali”.

Galeotti sottolinea che le parti riconfermano l’impegno a sviluppare al massimo le attività formative affiancando all’attività autonoma effettuata dalla Compagnia Portuale l’utilizzo di tutti gli strumenti messi a disposizione dalla legge e dal contratto. In questa logica, Intempo sosterrà qualsiasi iniziativa utile a diminuire il disagio per i lavoratori partecipanti ai corsi e chiederà all’ufficio avviamento della Compagnia Portuale di far recuperare gli eventuali turni persi per frequenza ai corsi. Nel rispetto delle regole andrà data priorità alla ricerca di un aumento dei finanziamenti in modo da poter aumentare il rimborso riconosciuto ai lavoratori.

“Inoltre - spiega ancora Galeotti - in questi giorni sigleremo anche il piano annuale della formazione per tutti i lavoratori. L’obiettivo comune è di azzerare gli infortuni sul lavoro. Tale obiettivo si realizza attraverso la messa in campo di percorsi formativi sempre più capillari e collegati alla reale operatività e organizzazione lavorativa e anche attraverso la ricerca di strumenti di tutela passiva, che limitino al massimo il disagio nell’utilizzo e comunque siano rispondenti alle esigenze per le quali sono stati forniti. A fronte di un impegno concreto di Intempo, ci sarà anche una maggiore rigidità nel controllo dell’obbligo del lavoratore a utilizzare i DPI forniti e saranno adottati tutti gli strumenti contrattualmente previsti per radicalizzarne l’utilizzo”.

Fatto salvo l’impegno comune per la sicurezza si concorda sulla necessità di garantire maggiore tutela economica ai lavoratori che incorrono in infortuni di media e grave entità. Riconfermando quindi la regolamentazione attualmente in atto per l’assicurazione integrativa sugli infortuni sul lavoro, si eleva il massimale di intervento a 57 euro dal dodicesimo giorno di infortunio.

Per quanto riguarda le assenze per malattia, come già ribadito in passato, Intempo non può fare altro che garantire l’applicazione delle norme legislative in essere; l’impegno profuso in passato da Assolavoro e dai sindacati. firmatari del contratto collettivo, per interventi a sostegno del reddito  attraverso Ebitemp in caso di malattia, ha portato a importanti risultati che vanno ampliati attingendo ai fondi costituiti presso l’ente bilaterale.

L’accordo prevede che sarà garantita la copertura salariale per un minimo di tre ore in caso di disdetta sul posto di lavoro o di durata della prestazione inferiore a detto limite; il lavoratore non potrà rifiutarsi di completare il turno lavorativo in una attività diversa e in luogo diverso rispetto a quello originariamente previsto. Nel concludere Galeotti sottolinea il ruolo determinante delle Rsu  per il raggiungimento dell’accordo: “Hanno portato sul tavolo contrattuale le loro conoscenze pratiche del lavoro e hanno saputo individuare le richieste e i risultati utili per tutti i lavoratori somministrati Intempo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Natale da favola a Cervia e Milano Marittima con 140 abeti e illuminazioni fantastiche

  • Le azdore romagnole insegnano come fare tagliatelle e strozzapreti e finiscono sul 'Sunday Times' - VIDEO

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

Torna su
RavennaToday è in caricamento