Siglato l'accordo che aumenta le giornate di lavoro ai portuali somministrati

Lunedì è stato siglato accordo tra sindacato - agenzia di somministrazione e cooperativa portuale. Grande soddisfazione da parte della Felsa-Cisl Romagna, sindacato di maggioranza al Porto di Ravenna

Lunedì è stato siglato accordo tra sindacato - agenzia di somministrazione e cooperativa portuale. Grande soddisfazione da parte della Felsa-Cisl Romagna, sindacato di maggioranza al Porto di Ravenna.
 
“Siamo molto soddisfatti dell’accordo firmato - afferma Marco Dall’Osso, segretario generale e regionale della Felsa Cisl Emilia Romagna - Grazie a questo accordo infatti aumentano le giornate garantite che passano di fatto da 8 a 26, con intervento del fondo ente bilaterale di Formatemp. In un periodo di estrema difficoltà economica, questo è un segnale molto importante poiché significa non solo dare continuità economica, ma anche avere fiducia nel sistema, oltre a essere una importante conquista contrattualistica per i lavoratori somministrati.
Grazie a tutta la dirigenza della cooperativa che ha saputo cogliere l'essenza e la visione d'insieme dell'accordo, che dà respiro a novanta lavoratori somministrati, basandosi sull'utilizzo del Fondo. Crediamo che tutto questo sia il frutto della concertazione che come Cisl abbiamo sempre ritenuto fondamentale. Abbiamo posto le basi affinché il lavoro somministrato venga riconosciuto come una effettiva risorsa a disposizione dell'azienda e non come lavoro di riserva. Al porto di Ravenna il lavoratore somministrato svolge da sempre un ruolo molto importante ed è regolarmente formato anche su molte mansioni specialistiche”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sappiamo purtroppo - continua Dall’Osso - che il lavoro in somministrazione ai tempi del Covid-19 è stato particolarmente colpito, ed è riuscito in parte a tenere grazie all'utilizzo degli Enti bilaterali dedicati di Ebitemp e Formatemp, che in questi mesi hanno consentito l'utilizzo dei fondi come anticipo sulle casse integrazioni, sulle domande di sostegno al reddito e sull'utilizzo delle nuove prestazioni estese a coloro che avevano contratto il virus. Per Felsa-Cisl Romagna, quindi, aver firmato proprio ora questo accordo è un ulteriore valore aggiunto.
Il ruolo della somministrazione in questi anni è cambiato. Contrattualmente oggi abbiamo finalmente contratti a tempo indeterminato e, solo in alcuni specifici casi, contratti settimanali. E’ importante impegnarsi affinché la stabilizzazione diretta con agenzia risulti naturale, preservando tutte le caratteristiche della continuità lavorativa. Solo lavorando tutti insieme e con il giusto slancio riusciremo ad affrontare le difficoltà attuali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

Torna su
RavennaToday è in caricamento