"Calici a Barbiano", l'edizione 2016 si annuncia ulteriormente ampliata

È stata presentata la nuova app Mappe dei vini, ideata dal sommelier Riccardo Ravaioli, che raccoglie le mappe georeferenziate di tutte le Docg e Doc d'Italia

«Aver puntato sulla valorizzazione dei prodotti tipici e innalzato numero e valore delle aziende produttrici di vini ci ha premiati con un pubblico molto più numeroso rispetto alle passate edizioni.» Così Roberto Ronchi, organizzatore assieme a Fabrizio Fusé e all’associazione Le Magiche Fruste di Romagna, commenta la serata di sabato in piazza Alberico a Barbiano di Cotignola, sede della quarta edizione della manifestazione enogastronomica Calici a Barbiano, che ha sin dagli esordi l’obiettivo di valorizzare i prodotti tipici e i vini del territorio.

«Abbiamo notato inoltre la presenza di tantissimi giovani – aggiunge – che hanno dimostrato di apprezzare sia l'offerta enogastronomica che la scelta di investire sui social network con i due contest, Master Food Show e Selfieat, che avevamo lanciato su Facebook.» Anche Fabrizio Fusé si dichiara molto soddisfatto e sottolinea come «la gara di show cooking abbia letteralmente tenuto incollato il pubblico davanti al palco per tutta la durata dell’evento. Stiamo già pensando ad alcune importanti novità per il prossimo anno – anticipa infine Fusé – oltre al consolidamento delle iniziative di questa edizione».

Vincitrice del Master Food Show, che doveva eleggere chi fra i tre finalisti fosse meglio riuscito a rappresentare e utilizzare ingredienti tipici dell’Emilia-Romagna, è risultata Lorena Zoratti di Budrio di Cotignola (che ha preparato un piatto di garganelli alla carbonara di verdure) davanti a Marco Pagani di Lugo e Maria Rosaria de Luca di Arezzo. A giudicare i piatti era una giuria a “doppia composizione”: gli esperti, con il sindaco di Cotignola e presidente dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna Luca Piovaccari, il ristoratore Paolo Casadio e il sommelier Giancarlo Mondini e la giuria popolare, uscita dal contest Selfieat, con Maria Carlotta Pocaterra, Roberta Foschini, Greta Missiroli e Diego Veroli.

Molto apprezzate sono state inoltre le degustazioni proposte da 19 tra le più importanti aziende vitivinicole di Romagna (Branchini, Campo Del Sole, Cube-Gambi, Gallegati, Gardi, Giovannini, La Sabbiona, Longanesi, Monticino Rosso, Nero Del Bufalo, Poderi Dal Nespoli, Poderi Morini, Randi, Tenuta Fulcera, Tenuta Uccellina, Torre Mazzolani, Treré, Tre Monti, Via Bizzuno) e lo stand gastronomico, affollato per l’intera serata. È stata infine presentata la nuova app Mappe dei vini, ideata dal sommelier Riccardo Ravaioli, che raccoglie le mappe georeferenziate di tutte le Docg e Doc d'Italia, la sintesi dei relativi disciplinari e le informazioni essenziali di oltre quattromila cantine selezionate su tutto il territorio italiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Allarga la tua casa costruendo una veranda

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Macabro ritrovamento in spiaggia: una donna scopre un cadavere in decomposizione

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

  • Trova un portafogli pieno di soldi e lo restituisce all'anziano: "La mia religione mi impone di essere onesto"

Torna su
RavennaToday è in caricamento