Visite guidate, concerti e altro: Ravenna celebra il Ventennale Unesco

Venti anni fa, il 7 dicembre 1996, l’assemblea del Centro del Patrimonio Mondiale dell'Unesco ha sancito l'iscrizione dei monumenti paleocristiani e bizantini di Ravenna nella Lista del Patrimonio dell’Umanità. Da quel momento il Mausoleo di Galla Placidia, il Battistero Neoniano, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, il Battistero degli Ariani, la Cappella Arcivescovile, il Mausoleo di Teoderico, la Basilica di San Vitale e la Basilica di Sant'Apollinare in Classe, non sono stati più solo patrimonio di Ravenna, ma dell’umanità intera e delle future generazioni.

Dal 7 all'11 dicembre la città festeggia questo anniversario. Le celebrazioni si aprono il 7 dicembre alle 16 a Palazzo Rasponi dalle Teste (piazza Kennedy) con la lectio magistralis del professor Giuliano Volpe, presidente del Consiglio Superiore per i Beni culturali e paesaggistici e professore ordinario di Archeologia del Dipartimento di Studi Umanistici presso l'Università di Foggia. A conclusione della conferenza, alla presenza delle autorità, seguirà la firma del nuovo accordo per la gestione del sito Unesco da parte del Comune, del Polo Museale Emilia Romagna – Ravenna, della Archidiocesi di Ravenna – Cervia, del Segretariato Regionale del MiBACT  per l’ Emilia-Romagna e della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.

Nelle giornate seguenti si svolgerà l’articolato calendario di appuntamenti che prevede, tra gli altri,  visite guidate, concerti nelle basiliche ed intrattenimenti musicali nelle suggestive cornici dei siti Unesco. Molte delle visite in programma saranno in particolare condotte da giovani guide del Fai e dell’Opera di religione. Le celebrazioni si concluderanno domenica 11 dicembre. In allegato il calendario completo degli appuntamenti, consultabile anche sul sito

Nelle giornate seguenti numerose visite guidate, concerti nelle basiliche ed intrattenimenti musicali nelle splendide cornici dei siti Unesco. E dall’8 all’11 dicembre i monumenti diocesani (Basilica di San Vitale, Mausoleo di Galla Placidia, Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, Battistero Neoniano e Cappella Arcivescovile) prolungheranno di un’ora, cioè fino alle 18, il normale orario di apertura al pubblico). La realizzazione di tutti gli appuntamenti è stata curata da Archidiocesi di Ravenna – Cervia; Polo Museale Emilia Romagna – Ravenna; Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì – Cesena e Rimini; Comune di Ravenna; con la collaborazione di Opera di Religione della Diocesi di Ravenna, gruppo Pietre Vive, Fai delegazione di Ravenna.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Dolci sapori della tradizione alla sagra del Sabadone

    • Gratis
    • dal 18 al 26 gennaio 2020
    • piazza Matteotti
  • Una serata a caccia di fantasmi tra i luoghi "infestati" di Romagna

    • 1 febbraio 2020
    • ritrovo a Villa Laderchi (La Rotonda)
  • J-Ax fa tappa a Ravenna: un mini-live per presentare il nuovo album "Reale"

    • 28 gennaio 2020
    • Centro Commerciale Esp
  • "Il privilegio dell’inquietudine": la grande grafica nella mostra dedicata ad Albrecht Dürer

    • Gratis
    • dal 21 settembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Museo Civico delle Cappuccine
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento