“Oriani giornalista e viticoltore raccontato da Massimo Isola e Beppe Sangiorgi”. Speciale visita guidata al Cardello

  • Dove
    Il Cardello
    Indirizzo non disponibile
    Casola Valsenio
  • Quando
    Dal 18/10/2014 al 18/10/2014
    dalle 10,30
  • Prezzo
    3 euro
  • Altre Informazioni

Sabato, nell’anniversario della morte dello scrittore Alfredo Oriani, Massimo Isola e Beppe Sangiorgi condurranno una specialissima visita guidata a Il Cardello, casa museo dello scrittore, a Casola Valsenio. Un’occasione davvero da non perdere per scoprire tanti aspetti inediti e poco conosciuti della vita di questo scrittore, nato a Faenza e morto a Casola Valsenio il 18 ottobre 1909. L’Assessore e Vice Sindaco del Comune di Faenza Massimo Isola, casolano di origine, è un grande conoscitore della vita e delle opere di Alfredo Oriani e racconterà l’Oriani scrittore e giornalista.

Beppe Sangiorgi, esperto di tradizioni popolari e di cultura gastronomica, completerà con gli aspetti della vita di Oriani più legati al territorio casolano parlando in particolare della sua vocazione di viticoltore e produttore di vini. La visita partirà dal Cardello alle ore 10.30 e toccherà il Parco e i vari ambienti della casa, rimasta ancora come l’ha lasciata l’ultima della famiglia Oriani, la nuora Luisa Pifferi, morta negli anni ‘70. Gli arredi originali rappresentano un salto nel passato e testimoniano un raro esempio ancora intatto di casa signorile contadina dell’800.

Poiché il numero delle persone che possono accedere alla visita è limitato, si consiglia la prenotazione: allo 0546 71044 o a iat.rioloterme@racine.ra.it. La visita, inserita nel programma della Festa dei Frutti Dimenticati di Casola Valsenio, è organizzata dalla Società di Area Terre di Faenza che gestisce, in concessione dal Comune di Casola Valsenio e dalla Fondazione Casa di Oriani che ne è proprietaria, il Museo. Il  costo della visita è di 3 euro.         

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

Potrebbe interessarti

Torna su
RavennaToday è in caricamento