Vivere in una palude: a Lugo conferenza del professor Lepore

Appuntamento per martedì, nell’ambito della Settimana nazionale della bonifica

Nell’ambito della Settimana nazionale della bonifica e dell’irrigazione, in svolgimento fino 21 maggio, il Consorzio di bonifica della Romagna Occidentale ha organizzato per martedì ore 20.45 a Lugo (sede dell’Archivio Storico, via Mafredi 32) la conferenza dal titolo “Vivere in una palude. Le bonifiche nel mondo antico tra ritualità e gestione idraulica”, tenuta dal Professor Giuseppe Lepore dell’Università di Bologna (docente di Archeologia Classica presso il Dipartimento di Storia Culture Civiltà).
 
Il tema delle "bonifiche" nel mondo antico è, nonostante le apparenze, un argomento dagli interessanti risvolti simbolici e religiosi. Ogni cambiamento nell'ordine naturale delle cose, soprattutto se comporta una variazione nell'assetto idrologico (lo scavo di un canale, la realizzazione di un acquedotto, un ponte...), prevedeva, infatti, uno (o più) atti religiosi, finalizzati a "chiedere il permesso" alla divinità per effettuare questa variazione. E dunque anche la bonifica di un'area paludosa, ad esempio, diventava un atto religioso, con una ritualità precisa e ben stabilita, che prevedeva sicuramente una libagione (offerta di liquidi), una preghiera e forse altri atti rituali che non lasciano traccia archeologica. Le paludi, poi, diventano un luogo "liminare", di confine, spesso teatro di avvenimenti prodigiosi o di episodi mitologici: i casi più evidenti sono quelli del mondo greco che vedono attivo l'eroe "bonificatore" per eccellenza, Ercole. Altri personaggi mitici di grande rilievo sono stati Acheloo e Poseidon che, prima di essere la divinità del mare, era proprio la divinità delle "acque interne".
 
Giuseppe Lepore, laureato in Lettere, indirizzo classico, all’Università degli Studi di Bologna, segue la Scuola di Specializzazione in Archeologia e ottiene poi il Dottorato di Ricerca in archeologia tardo antica e medievale, sempre all’Università degli Studi di Bologna. E’ Professore associato di Archeologia Classica al Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell’Università degli Studi di Bologna e Responsabile dell'Unità Organizzativa della Sede di Ravenna. Le principali attività di ricerca in Italia hanno riguardato lo studio degli intonaci dipinti di età romana (con particolareriferimento a quelli di Suasa, nelle Marche), lo studio del territorio della valle del Cesano (tra le province di Pesaro e Ancona), lo studio delle fasi romane e tardo antiche nel cd “Palazzo di Teodorico” di Galeata (Forlì) e nelle mura di Classe (Ravenna); all’estero ha seguito lo studio delle necropoli della città greco-romana di Phoinike (Albania) e il rilievo del sito ellenistico romano di Soknopaiounesos (Fayoum, Egitto), nonché la pubblicazione della decorazione pittorica dell’Augusteum di Narona (Croazia) e delle pitture del sito tardo antico di Bare (Croazia) nell’ambito di un progetto internazionale di lavoro, in collaborazione col Museo di Spalato.
 
La conferenza gode del Patrocinio del Comune di Lugo. 
Appuntamento da ingresso gratuito. Per informazioni: tel. 0545 909511 consorzio@romagnaoccidentale.it,
 
www.romagnaoccidentale.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Maltempo senza tregua, fiumi e canali osservati speciali. E sul litorale una domenica critica

Torna su
RavennaToday è in caricamento