A Faenza la quinta edizione il festival di arti performative contemporanee Wam!

  • Dove
    Complesso ex Salesiani
    Indirizzo non disponibile
    Faenza
  • Quando
    Dal 02/07/2015 al 04/07/2015
    vedi programma
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Giunge alla sua quinta edizione il festival di arti performative contemporanee Wam! L'appuntamento si rinnova a Faenza, da giovedì a sabato, nella suggestiva cornice dell'Ex Istituto dei Salesiani grazie al patrocinio del Comune di Faenza e al sostegno della Banca di Romagna – gruppo Cassa di Risparmio di Cesena. La rassegna multidisciplinare nata cinque anni or sono dalla volontà delle compagnie In_Ocula, Iris e Menoventi, porta nel nome una dichiarazione: We Are Moving!.

Volontà di movimento dunque, di ricerca e di migrazione come scambio fisico e ideale dal mondo all'arte, e dall'arte al mondo. Migrazione però anche come rito di passaggio, suggestione che ha portato a concepire la parola chiave di questa edizione: sconfinare. Quest'anno Wam! decide  di uscire dai confini della danza, del teatro e della perfomance aprendosi anche a forme audiovisive quali il cortometraggio d'animazione, con opere  di Magda Guidi, Michele Bernardi e Virginia Mori, ed il documentario con Walid Abdelnour, e porta lo sguardo dello spettatore oltre, ponendo un focus particolare sui media e sul Medio Oriente.

La proposta artistica della presente edizione interroga e supera i confini di età, mirando al dialogo intergenerazionale, con laboratori creativi per bambini (grafico-pittorico e cartapesta) a cura di Alice Iaquinta, letture per adolescenti di Menoventi/Alice Keller, video clip musicali e concerti (Jolie Holland in collaborazione con Strade Blu Festival, e Umanzuki in collaborazione con Clan Destino e Tesco); di ruolo, attraverso l’uso di interviste, piattaforme mediatiche e performance in cui lo spettatore prende coscienza del processo di sconfinamento tra realtà e rappresentazione, pubblico e privato (un esempio saranno i frammenti per uno o pochi spettatori alla volta di Crocco/Miele, allestiti anche nel prestigioso Palazzo Ginnasi Ghetti); di linguaggio, costruendo intersezioni tra le proposte di teatro, danza contemporanea e visual art con Espressioni, Festival di video danza di Perypezye Urbane, video performace di In_Ocula e performance di O I.

Nel fondamentale spazio dedicato alla danza il festival ospiterà residenze, dance masterclass e performance di  Gala Moody, Nicoletta Cabassi e  Maruska Ronchi. Inoltre all'interno degli spazi della rassegna sarà inaugurata la mostra Irhal Irhal di Gianluca Costantini. Confine dunque non tanto come segno che separa e divide, piuttosto come linea in comune attraverso cui i diversi si toccano e le culture comunicano, e sconfinare come processo di incontro e di confronto, grazie al quale le diversità si relativizzano e hanno origine nuovi percorsi di scoperta e conoscenza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Elsa Fornero in città per parlare del welfare del futuro: la sfida dell'equità intergenerazionale

    • Gratis
    • 15 novembre 2019
    • Sala D'Attorre
  • Benigno Zaccagnini e la città di Ravenna: il racconto di uno storico legame

    • Gratis
    • 16 novembre 2019
    • Sala Corelli del Teatro Alighieri
  • Franco Lombini e Mario Tadiello presentano "Apriti Cielo"

    • Gratis
    • 20 novembre 2019
    • Nove100 Caffé

I più visti

  • La notte di Patti Smith: la Sacerdotessa del Rock all'Alighieri

    • 4 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Una serata con Manuel Agnelli: il frontman degli Afterhours in concerto all'Alighieri

    • 26 novembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Niccolò Fabi torna in tour e parte da Ravenna

    • 1 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Mosaici di Lego: gli 800mila mattoncini di Riccardo Zangelmi in "Forever young"

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento