Emilia Zamuner, Ermanno Cavazzoni con gli Extraliscio e altre sorprese con l'Emilia Romagna Festival

In provincia arrivano tanti spettacoli live tra artisti affermati e giovani formazioni, un ricco programma dal 6 luglio al 7 settembre

Torna la grande musica live in regione con la diciannovesima edizione di Emilia Romagna Festival. Un totale di 41 appuntamenti, dal 6 luglio al 7 settembre, dislocati tra le meraviglie architettoniche e paesaggistiche della regione.

“Smash the tube – enjoy the music!” è il titolo che caratterizza questa nuova stagione fatta di grandi Maestri, multimedialità e nuove interpretazioni: un invito metaforico a rompere gli schermi, a frantumare i social e la TV, per scoprire tutto il variegato mondo della Musica al di fuori dei servizi di streaming. Ma anche uno slogan fortemente legato al significato della musica come linguaggio universale e come strumento di aggregazione e di condivisione delle emozioni.

La ricca programmazione, sotto la rinnovata direzione artistica del maestro Massimo Mercelli, proporrà diversi percorsi tematici tra classica, jazz e world music, volti a favorire e diffondere la conoscenza musicale a tutti. Molti i grandi nomi, Uto Ughi, Ramin Bahrami, Richard Galliano, Noa, Peppe Servillo, Grupo Compay Segundo de Buena Vista Social Club e le importanti orchestre, Seongnam Philharmonic Orchestra, Orchestra Camerata Ducale, Georgian Chamber Orchestra Ingolstadt, Singapore Chinese Orchestra che, insieme ai giovani talenti della scena musicale internazionale, si susseguiranno tra vecchie e nuove location, tra nuovi approdi e graditi ritorni.

Il programma di Ravenna

Appuntamento unico nato da speciali ibridazioni è quello che si terrà il 14 luglio nella splendida Arena delle balle di paglia a Cotignola quando lo scrittore Ermanno Cavazzoni reciterà un suo stesso testo accompagnato dagli Extraliscio, band che fa sue le musiche della tradizione romagnola riscrivendole in chiave contemporanea e sperimentale.

Ad Alfonsine, invece, è in programma per il 5 agosto nel Giardino della Biblioteca, la “wonderful voice” di Emilia Zamuner - così definita da Diana Krall, che di recente si è aggiudicata il secondo premio dell’Ella Fitzgerald Competition (Washington, DC USA). Accompagnata da Massimo Moriconi al contrabbasso e basso elettrico, si esibirà in “Duets – dalla canzone al Jazz”, concerto che include brani come Summertime, La gatta, Fever, Tintarella di luna, tutti reinterpretati secondo il particolare stile del duo. 

Infine alla Rocca di Bagnara di Romagna il 6 agosto, in My Perfect Day, tre grandi professionisti del jazz, Pietro Beltrani al pianoforte, Felice Del Gaudio al contrabbasso e Lele Veronesi alla batteria porteranno la loro personale visione del genere, tra brani da loro composti e vere chicche, da Lucio Dalla a Michel Petrucciani.

La musica spagnola sarà protagonista il 25 agosto a Russi, presso la ex Chiesa in Albis, con “Viva España – Musica spagnola del XIX e XX secolo”, concerto eseguito dalle chitarre romantiche e tradizionali spagnole di Saša Dejanović, che si avvarrà della collaborazione del faentino Donato D’Antonio.

Talenti in primo premio

Come ogni anno Emilia Romagna Festival è alla ricerca di nuovi talenti, e come ogni anno organizza la sezione Primo Premio! col duplice obiettivo di promuovere al pubblico i migliori talenti usciti nell’ultimo anno e di permettere ai giovani interpreti di sperimentarsi all’interno di un Festival che accoglie musicisti e formazioni già affermate.

Appuntamento il 23 luglio presso la Rocca di Castel Bolognese, con il Duo Ebano, composto da Marco Danesi al clarinetto e Paolo Gorini al pianoforte. Il 25 luglio alla Casa Museo “Il Cardello” di Casola Valsenio è la volta del quartetto d’archi Callisto Quartet.
L’ensemble composto da Paul Aguilar e Rachel Stenzel al violino, Eva Kennedy alla viola e Hannah Moses al violoncello, sarà protagonista il 29 luglio a Faenza presso il Museo Zauli. Il 23 agosto a Bagnacavallo sarà invece il turno di Mariia Iudenko, giovane pianista vincitrice del Primo Premio Assoluto al VIII Concorso Pianistico Internazionale Andrea Baldi 2018.
La giovane fisarmonica di Lorenzo Albanese allieterà la serata del 2 settembre al Giardino della Biblioteca di Alfonsine, con un programma pirotecnico che, tra Pachelbel e Rossini. Altra splendida serata sarà quella alla Rocca di Riolo Terme il 3 settembre, con il clarinettista Claudio Mansutti e l’ensemble di fiati Il Cantiere dell’Arte.

Artisti ravennati in trasferta

Non finisce qui, perché tra i vari appuntamenti in programma del Festival, spuntano alcuni artisti ravennati. La Romagna incantata viene raccontata in “Rumì”, un concerto immerso in suggestive video-istallazioni e antichi racconti, che unisce magicamente suoni contemporanei e parole di un mondo passato. Lo spettacolo, in programma il 7 agosto al Chiostro del Convento di San Francesco di Mordano, vedrà sul palco la poliedrica Luisa Cottifogli insieme al musicista Gabriele Bombardini e al regista Andrea Bernabini.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Agiamo ora o nuotiamo poi?": in piazza per salvare il pianeta con i 'Fridays for Future'

  • Cronaca

    Operazione 'Adriatic Coast' sulla filiera ittica: multe per 16mila euro e 143 kg di pesce sequestrato

  • Cronaca

    Gattino bloccato su un albero: maxi mobilitazione per salvarlo

  • Cronaca

    Si spaccia per 'commerciante', ma voleva truffare l'anziano: 60enne denunciato

I più letti della settimana

  • Tragico schianto alla rotonda dei Tre Ponti: l'impatto è fatale, muore una donna

  • Dramma sui binari: perde la vita travolto da un treno

  • Crolla una casa durante i lavori: tragedia evitata, intervengono i pompieri

  • A Ravenna il Giro d'Italia 2019: tutte le modifiche alla circolazione in occasione della partenza

  • Enterococchi intestinali ed escherichia coli oltre i limiti: balneazione vietata

  • Cade dalla bici e batte la testa sull'asfalto: 15enne in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento