Il gioco di carte del lughese Michele Fenati fa il giro del mondo

La Società Dante Alighieri sceglie il gioco "Il mondo in tasca - Città d'Italia" come simbolo culturale al Congresso internazionale di Buenos Aires

E' un'anima romagnola quella che pulsa dietro al gioco di carte "Il mondo in tasca - Città d'Italia", che dopo il grande successo riscosso a Lucca Comics & games 2018, si appresta ad avere un grande riconoscimento internazionale. E’ stato infatti scelto dalla Società Dante Alighieri come simbolo ludico e culturale per l’83° Congresso internazionale che si terrà a Buenos Aires dal 18 al 20 luglio per migliorare la lingua e le conoscenze delle città e della cultura, in Italia e all'estero. 

Michele Fenati, l'ideatore, musicista e cantautore,  dopo tanti concerti in Italia e all’Estero, ha voluto riassumere in un cofanetto dal design essenziale ed attento alle tematiche legate al rispetto dell'ambiente, tutte le informazioni più importanti sulle città italiane e renderle fruibili in un modo facile e divertente a bambini e adulti. 
Il profilo delle città è tracciato su carte che riassumono le informazioni relative a numero di abitanti, densità, superficie, altitudine e collocazione lungo lo Stivale e che possono essere utilizzate per 4 diversi tipi di gioco.

Per queste caratteristiche, la Società Dante Alighieri, fondata da Giosuè Carducci nel 1889 per la diffusione della Cultura Italiana nel Mondo con oltre 400 comitati in 80 Paesi distribuiti in tutti i continenti del mondo, ha scelto "Il mondo in tasca - Città d'Italia" di Michele Fenati come simbolo ludico e culturale per il suo 83° Congresso Internazionale  "L'italiano che ci unisce" organizzato dal 18 al 20 luglio a Buenos Aires, con l'alto patrocinio del Presidente della Repubblica Italiana.   L'evento è considerato uno dei principali, a livello mondiale, dedicati alla cultura italiana.

"Il mondo in tasca - Città d'Italia, prodotto dalla società Artistica di Ravenna - spiega Michele Fenati -  sarà l'omaggio di benvenuto a tutti gli esponenti di Governo e a tutti i comitati della Società Dante Alighieri che interverranno. Si tratta di numeri importanti. I comitati distribuiti in tutti i continenti sono oltre 400 di cui 72 in Italia. Ogni anno i comitati coinvolgono oltre 120.000 persone nei corsi di italiano e negli appuntamenti artistico- culturali organizzati. Il  pallet con oltre 1.000 copie del nostro gioco, si è imbarcato nei giorni scorsi  per l'Argentina". 

"Per noi, che siamo una piccola goccia nell'Oceano si tratta di una grandissima soddisfazione, non solo perchè la Società Dante Alighieri, rappresenta una delle massime autorità culturali italiane ma soprattutto perché “Il mondo in tasca - Città d'Italia” sarà strumento di gioco per migliorare la lingua e le conoscenze delle nostre città e della nostra cultura, in Italia e all'estero. Abbiamo sviluppato questo gioco - continua Fenati - testandolo in biblioteche, scuole ma soprattutto piccoli negozi". 

Dopo aver raccolto un grande successo nei primi mesi di vita in negozi e librerie di tutta Italia, il gioco si appresta a "rinnovarsi" con la versione europea de, dedicata alle principali capitali degli Stati che compongono il continente europeo.

Potrebbe interessarti

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

I più letti della settimana

  • Omicidio stradale, fermata una ragazza accusata di aver lasciato morire un 25enne

  • Gira nuda per il paese urlando contro il compagno, poi si scaglia contro un Carabiniere

  • Accoltella a morte il socio al culmine di una furiosa lite

  • Uccide il compagno con una coltellata: chi era la vittima dell'omicidio della piadineria

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • Investito e lasciato morire: fissata l'autopsia, giovane accusata di omicidio stradale

Torna su
RavennaToday è in caricamento