Memento Mori: scheletri e teschi in Piazza del Popolo

La Cassa di Risparmio di Ravenna, nell’ambito delle iniziative di valorizzazione del collezionismo privato, ospita presso le proprie vetrine del “Private Banking” (ex Negozio Bubani) di Piazza del Popolo n.30, fino al 7 novembre prossimo, una particolare mostra su “M M: Memento Mori”, un’esposizione di cartelli e oggetti appartenenti al collezionista faentino Giordano Dal Prato, che vogliono approfondire con ironia il senso della caducità delle cose terrene.

Dicevano gli antichi che gli dei, forgiando l’uomo, avessero impresso nel palmo delle sue mani un solco a forma di M: contemplando così questa parte del loro corpo gli uomini avrebbero avuto forte il richiamo al carattere effimero e transeunte della loro vita. M M: Memento Mori. Ricordati che devi morire. 

Gli antichi romani invitavano ad apostrofare i condottieri vittoriosi, che carichi di onori e di gloria passavano per le strade dell’Urbe, con la frase: Memento Mori. Anche loro all’apice del trionfo dovevano ricordare la caducità della loro potenza: transit gloria mundi (passano le glorie del mondo!).

Con il diffondersi poi nella coscienza del mondo occidentale di una più alta spiritualità, e il Cristianesimo ne è certo la più autorevole voce, si radica nell’animo degli uomini un senso vivo della nostra umana modestia, esemplare l’anima nobile ed alta di San Francesco che con la coscienza della individuale pochezza, racchiude il germe della grandezza e dell’unicità della nostra vita.
L’esposizione comprende scheletri e teschi giocattolo, manifesti, insegne di pericolo di morte e vari oggetti a tema, il tutto mescolato con la spiritosa ironia dell’appassionato collezionista Giordano Dal Prato.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Il privilegio dell’inquietudine": la grande grafica nella mostra dedicata ad Albrecht Dürer

    • Gratis
    • dal 21 settembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Museo Civico delle Cappuccine
  • La sfida ceramica di Picasso. Un legame di lunga data tra l'artista e Faenza

    • dal 1 novembre 2019 al 12 aprile 2020
    • MIC - Museo Internazionale della Ceramica
  • "Ascoltare Bellezza": l'intervento artistico di Nicola Samorì

    • Gratis
    • dal 21 dicembre 2019 al 21 febbraio 2020
    • Biblioteca Classense

I più visti

  • Dolci sapori della tradizione alla sagra del Sabadone

    • Gratis
    • dal 18 al 26 gennaio 2020
    • piazza Matteotti
  • Una serata a caccia di fantasmi tra i luoghi "infestati" di Romagna

    • 1 febbraio 2020
    • ritrovo a Villa Laderchi (La Rotonda)
  • J-Ax fa tappa a Ravenna: un mini-live per presentare il nuovo album "Reale"

    • 28 gennaio 2020
    • Centro Commerciale Esp
  • "Il privilegio dell’inquietudine": la grande grafica nella mostra dedicata ad Albrecht Dürer

    • Gratis
    • dal 21 settembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Museo Civico delle Cappuccine
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento