Il restauro del Pavaglione diventa una mostra

Venerdì 7 dicembre inaugura all’oratorio di Sant’Onofrio di Lugo, in largo Baruzzi, la mostra fotografica “Il Pavaglione ai tempi del restauro”. Il taglio del nastro è previsto al termine del convegno “Riqualificazione urbana del complesso storico del quadriportico monumentale del Pavaglione”, in programma alle 10.30 nel Salone estense della Rocca.

La mostra è frutto del progetto "Nel corso del tempo", un’esperienza fotografica condivisa, il cui scopo è fotografare una situazione, un luogo, osservandolo nel corso del tempo. Le immagini vanno da linee di antichi percorsi esistenti prima del Pavaglione, che segnano passaggi e direzioni spesso non lineari, nelle foto di Claudia Merighi, alle frazioni e scansioni di tempo come collages vibranti in quelle di Giampaolo Ossani. Ogni autore è partito da diverse visioni, come Gianni Casadio, con immagini di particolari della pavimentazione, cartelli e porticati colti nelle varie stagioni e raccolti, silenziosi e rassicuranti, con una luce che invita a percorrere, andare oltre, attraversare, metafora del tempo accogliente quasi infinito. Nelle immagini di Monia Savioli si trova semplicità immediata, sovrapposta a spazi di tempo vicini e lontani, dove il gioco narrativo crea contrapposizione fra installazioni momentanee e situazioni ironiche. Nel percosso di Rita Ghinato le immagini sono state realizzate con semplicità ed osservazione descrittiva e non invasiva, in punta di piedi, quasi come fossero immagini di ricordi, restituite dagli occhi e non dalla macchina fotografica. Infine sono state inserite nel catalogo e nella mostra immagini create dalla direzione tecnica operativa del Comune di Lugo, che ha realizzato, unicamente come documentazione, immagini dei lavori che in questo ultimo anno sono stati eseguiti durante gli straordinari restauri del Pavaglione.

La scelta di fotografare il Pavaglione di Lugo - spiegano gli organizzatori - è nata in quanto il quadriportico costituisce un riferimento assoluto per la Città di Lugo. Un luogo sempre aperto e accogliente, ricco di storia, dove oltre a storici negozi, ci si incontra, si prende un caffè, si fanno quattro chiacchere. Fotografare le esperienze catturate, vissute, le suggestioni e le sensazioni diventa quindi un percorso interessante se si fa con curiosità, passione e l'occhio dietro alla macchina fotografica”.

L’esposizione, a cura di Giampaolo Ossani, è visitabile fino a domenica 16 dicembre dal mercoledì al venerdì dalle 15 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • La ceramica secondo Miquel Barceló: un'antologica dedicata all'artista spagnolo

    • Gratis
    • dal 1 giugno al 6 ottobre 2019
    • MIC - Museo Internazionale della Ceramica
  • Mosaici di Lego: gli 800mila mattoncini di Riccardo Zangelmi in "Forever young"

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Un misterioso manoscritto per i 250 anni di Napoleone

    • Gratis
    • dal 23 agosto al 30 settembre 2019
    • Palazzo Trisi

I più visti

  • Spettacoli e contest alla prima Ravenna Tattoo Convention

    • dal 20 al 22 settembre 2019
    • Pala De Andrè
  • A Villa Inferno torna per il sesto anno il grande raduno degli Zen Circus

    • solo domani
    • Gratis
    • 21 settembre 2019
    • Bike Bar Cinetico a Montaletto
  • Torna la “Sagra de Caplet”: cappelletti tradizionali, da passeggio e le novità gourmet

    • Gratis
    • dal 20 al 23 settembre 2019
    • Porto Fuori
  • Dal centro storico agli stradelli di Marina: ecco il Festival del Turismo Responsabile

    • Gratis
    • dal 19 al 22 settembre 2019
    • sedi varie - vedi programma
Torna su
RavennaToday è in caricamento