Marina Mannucci e Laura Orlandini presentano “Vite non conformi”

Ricominciano sabato 12 gennaio, sempre alle 18.00, gli appuntamenti de I Sabati del Moog. La rassegna curata da Ivano Mazzani nel locale di vicolo Padenna 5 a Ravenna, propone nel primo evento del nuovo anno un incontro fra storia e letteratura. Protagoniste sono Marina Mannucci, autrice del libro "Vite non conformi" (editore Fernandel, 2018), e la storica Laura Orlandini.

“Amare è facile, succede e non si può evitare”. Vite non conformi racconta la storia di Gerlanda, giovane donna siciliana figlia di due genitori progressisti grazie ai quali ha sviluppato una sensibilità verso gli immigrati che sbarcano sull'isola. Quando diventa adulta, Gerlanda sceglie di mettersi in gioco nel campo dell'accoglienza e dell’avviamento al lavoro delle donne rifugiate. Un’esperienza che le permetterà di venire a contatto con storie di vita che creano inaspettati coinvolgimenti nella popolazione locale e inevitabili scontri con quella criminalità che lucra sui drammi altrui.

Storia, geografia e paesaggi siciliani accompagnano il racconto di Gerlanda raccogliendo, giorno dopo giorno, le voci di chi la storia troppo spesso la subisce, cercando di avvicinarsi con attenzione e delicatezza al loro mondo e alla realtà feroce delle loro tragedia.

Marina Mannucci, dopo aver co-diretto per diversi anni la Scuola Materna e Doposcuola “il Girotondo”, è stata docente presso istituti di scuola superiore. Ha coordinato il progetto dell’Asilo aziendale della Struttura Ospedaliera privata “Domus Nova” di Ravenna e, per un breve periodo, ha operato all’interno del Centro di Documentazione di Tuzla (Bosnia). Dal 2007 collabora alla rivista “Casa Premium”, con articoli dedicati all’abitare dei migranti e agli spazi della cultura. Per Fernandel, nel 2014, ha pubblicato un saggio dal titolo Geografia dei femminismi tra Oriente e Occidente, all’interno del volume collettivo Femminismi musulmani. Un incontro sul Gender Jihad, da lei curato insieme ad altre tre studiose, e ha scritto l’introduzione del libro, a sua cura, di Alberto Mannucci, Uno qualsiasi (SBC edizioni, 2016).

Laura Orlandini è una studiosa ravennate impegnata in progetti di ricerca e divulgazione didattica sulla storia del Novecento. Formatasi tra l’Università di Bologna e l’Universitat “Pompeu Fabra” di Barcellona, è autrice di alcuni studi sulla Settimana rossa e ha dedicato buona parte dei suoi studi alla storia ravennate e romagnola, con particolare attenzione ai percorsi di laicizzazione della società e al ruolo delle donne nei processi storici. Collabora attivamente con l’Archivio Udi ravennate e nel 2015-16 è stata assegnataria di una borsa di studio indetta dalla Fondazione Nilde Iotti per condurre una ricerca su scala nazionale sui Gruppi di Difesa della Donna.

L'appuntamento è a ingresso libero.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Il voto delle donne e la vittoria della Repubblica: si ripercorre la storia del 2 giugno

    • Gratis
    • dal 30 maggio al 3 giugno 2020
    • pagina Facebook dell'Istituto storico di Ravenna
  • Aperitivi letterari, Carlo Bertocchi presenta il suo romanzo d'esordio

    • solo oggi
    • Gratis
    • 3 giugno 2020
    • pagina Facebook della biblioteca comunale “Fabrizio Trisi”

I più visti

  • La storia della Petrolifera in 47 fotografie

    • Gratis
    • dal 24 maggio al 14 giugno 2020
    • Galleria FaroArte di Marina di Ravenna
  • Il voto delle donne e la vittoria della Repubblica: si ripercorre la storia del 2 giugno

    • Gratis
    • dal 30 maggio al 3 giugno 2020
    • pagina Facebook dell'Istituto storico di Ravenna
  • “Artiglieri d’Italia e di Ravenna”: in vetrina divise e cimeli militari

    • Gratis
    • dal 29 maggio al 9 giugno 2020
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • Festa della Repubblica: una mostra ispirata al primo articolo della Costituzione

    • Gratis
    • dal 2 al 15 giugno 2020
    • Sala Rubicone del Magazzino del Sale
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento