Un dialogo sul cambiamento con le opere di "Trasformazione"

La Galleria Faro Arte di Marina di Ravenna presenta Trasformazione, la mostra collettiva con opere di Sofia Cruz Rocha, Oscar Cueto, Manuela Picallo Gil, Vale Palmi e Laura Rambelli, a cura di Oscarito Sanchez e di Maria Chiara Wang. La mostra rimane e sposta dal 28 giugno al 21 luglio.

Il tema proposto parte da una visione ontologica di tipo dinamico. Il Divenire, ovvero lo scorrere senza fine (Panta Rhei) inteso come mutamento perpetuo, assoluto e sostanziale, è il principio eracliteo alla base dei lavori dei cinque artisti italiani e messicani.

L’esposizione si configura come un dialogo sul cambiamento. Da un lato viene trattata la trasformazione della Forma per eccellenza - ovvero il passaggio dalla Vita alla Morte - con il proposito di superare le inquietudini e le paure comunemente collegate al mondo dei defunti e ai concetti di Fine e di Nulla; dall’altro viene sviluppata un’indagine sull’evoluzione personale e sull’immaginario collettivo.

Quella che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla. Con questo aforisma il filosofo cinese Lao Tze ha annullato il concetto di ‘fine definitivo’ legato alla morte, concependo quest’ultima come passaggio fondamentale e inevitabile per la trasformazione successiva, come uno stadio intermedio, come un ponte per il rinnovamento. In quest’ottica, Vale Palmi e Laura Rambelli intendono indurre nello spettatore, con la propria arte, un cambiamento di prospettiva su un tema solitamente approcciato con diffidenza e timore.

Sofia Cruz, Oscar Cueto e Manuela Picallo Gil, invece, estendono il concetto di trasformazione ad ambiti differenti che riguardano la cultura contemporanea. Vengono approfonditi, così, i temi relativi al binomio oscurità e luce, all’identità personale e collettiva, e ai ruoli sessuali.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Mosaici di Lego: gli 800mila mattoncini di Riccardo Zangelmi in "Forever young"

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • "Il privilegio dell’inquietudine": la grande grafica nella mostra dedicata ad Albrecht Dürer

    • Gratis
    • dal 21 settembre 2019 al 19 gennaio 2020
    • Museo Civico delle Cappuccine
  • Genio e ricerca: in mostra i mosaici di Chuck Close

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna

I più visti

  • Sogni e visioni a Natale: le spettacolari videoproiezioni di "Ravenna in Luce"

    • Gratis
    • dal 18 dicembre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar, San Vitale e Battistero degli Ariani
  • Mosaici di Lego: gli 800mila mattoncini di Riccardo Zangelmi in "Forever young"

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Una serata naturista con sauna, bagno turco e docce emozionali

    • solo domani
    • 15 dicembre 2019
    • centro Driadi
  • "Il privilegio dell’inquietudine": la grande grafica nella mostra dedicata ad Albrecht Dürer

    • Gratis
    • dal 21 settembre 2019 al 19 gennaio 2020
    • Museo Civico delle Cappuccine
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento