"Il Tesoro del Mare": a Musa la mostra di Piero Bartolini

Dal 25 agosto al 30 settembre Musa ospiterà l’esposizione delle opere pittoriche di Piero Bartolini dal titolo "Il Tesoro del Mare". Tutta dedicata al paesaggio marino infatti la mostra di Bartolini, noto ed apprezzato pittore cesenate che torna al museo del sale di Cervia per proporre suggestive immagini del territorio L’autore ha voluto e saputo cogliere con grande maestria l’anima di questi luoghi suggestivi offrendo al pubblico l’opportunità di immergersi e di godere della  atmosfera così particolare  ritratta nelle tele.

Simbolismo e vita: sono due tra i temi principali delle opere dell’artista cesenate. Rappresentati i mari al tramonto, i magazzini del sale, gli aironi, i capanni, le case dei pescatori, la spiaggia ma anche Peppone e Don Camillo che ricordano il legame di Cervia con Guareschi  in un mix di realtà e fantasia tipica delle rappresentazioni  dell’artista. Elemento particolare e caratterizzante della pittura di Bartolini  sono gli articoli di giornale che spesso appaiono  sulle tele insieme alle pennellate Fatti storici e cronache della carta stampata diventano infatti oggetto immancabile dei suoi quadri.

Di origine cesenate ha iniziato a 20 anni l’attività pittorica presentando personali in numerose città romagnole e italiane. La sua pittura nasce dall’esigenza di proporre  i valori dell’esistenza, del vivere nella società attuale, L’artista romagnolo realizza i suoi prodotti frugando prima fra la carta stampata, alla scoperta di spunti, articoli polemici o accusatori di alcuni modi di vivere, poi realizzando le sue opere attraverso una tecnica di collage grafico-pittorici che manifestano un’originalità e una testimonianza di notevole capacità di ricezione del reale e della necessità permanente della ricerca. La pittura di Bartolini esprime una meditazione su fatti del nostro tempo, ispirandosi di frequente alla cronaca giornalistica e prestando una particolare attenzione alla natura; opere dunque che vanno interpretate sia sotto il profilo strutturale sia sotto quello contenutistico.

La sua produzione pittorica è stata, ed è tuttora, quantitativamente consistente ed apprezzata dalla critica. Ha ottenuto  vari riconoscimenti ed è stato nominato nel 1978 “accademico d’Italia” ad honorem. MUSA è a ingresso libero e aperto tutte le sere dalle 20.30 alle 23.30

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Mosaici di Lego: gli 800mila mattoncini di Riccardo Zangelmi in "Forever young"

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • "Il privilegio dell’inquietudine": la grande grafica nella mostra dedicata ad Albrecht Dürer

    • Gratis
    • dal 21 settembre 2019 al 19 gennaio 2020
    • Museo Civico delle Cappuccine
  • Genio e ricerca: in mostra i mosaici di Chuck Close

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna

I più visti

  • Sogni e visioni a Natale: le spettacolari videoproiezioni di "Ravenna in Luce"

    • Gratis
    • dal 18 dicembre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar, San Vitale e Battistero degli Ariani
  • Mosaici di Lego: gli 800mila mattoncini di Riccardo Zangelmi in "Forever young"

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Una serata naturista con sauna, bagno turco e docce emozionali

    • solo domani
    • 15 dicembre 2019
    • centro Driadi
  • "Il privilegio dell’inquietudine": la grande grafica nella mostra dedicata ad Albrecht Dürer

    • Gratis
    • dal 21 settembre 2019 al 19 gennaio 2020
    • Museo Civico delle Cappuccine
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento