Rock bizzarro e tricolore, il ritorno dei Jennifer Gentle

Sabato 9 novembre, alle 21.30, la band Jennifer Gentle arriva sul palco del Bronson di Madonna dell'albero.

Dopo un’attesa lunga un decennio, è uscito il 4 ottobre per Tempesta Dischi il nuovo album della band capitanata da Marco Fasolo. Intitolato semplicemente “Jennifer Gentle” e composto da 17 brani per sessanta minuti di musica, si tratta del disco di gran lunga più completo e insieme accessibile realizzato da Fasolo (il quale, dopo le collaborazioni con Verdena e Bud Spencer Blues Explosion, di recente ha prodotto l’album d’esordio degli I Hate My Village).

I Jennifer Gentle sono forse una delle più bizzarre e improbabili rock band italiane di sempre, tanto da divenire il primo gruppo tricolore a essere messo sotto contratto dalla leggendaria etichetta americana Sub Pop (Nirvana, Soundgarden, Mudhoney e più recentemente Shins). Negli anni hanno collezionato una lunga quanto eterogenea lista di fan (comprendente nomi come Graham Coxon, Jarvis Cocker, Julian Cope, Mars Volta e membri di Architecture in Helsinki e Dandy Warhols) che li ha trasformati in una delle formazioni indie italiane più conosciute all’estero.

I Jennifer Gentle sono tornati. Non che se ne fossero mai veramente andati (ci sono state le molte date dal vivo in compagnia di Alberto e Luca Ferrari dei Verdena), ma il loro ultimo album in studio risale al 2007 e in mezzo ci sono stati parecchi saliscendi.
Da allora, Marco Fasolo (leader indiscusso della band e unico sopravvissuto della line-up originale) è stato impegnato come produttore (tra gli altri I Hate My Village, Bud Spencer Blues Explosion, Verdena), come animatore di progetti come Universal Daughters (che lo ha visto collaborare con artisti internazionali come Jarvis Cocker, Alan Vega, Chris Robinson e molti altri) ed è recentemente tornato a calcare i palchi proprio con gli I Hate My Village.
È quindi il momento giusto per pubblicare il nuovo album dei Jennifer Gentle, un disco registrato nel corso di due anni e che si presenta come una summa di tutto ciò che i JG sono finora stati e che è anche un’anticipazione di quel che saranno.

Sotto tutti i punti di vista, Jennifer Gentle è infatti di gran lunga l’album più completo ed insieme più accessibile realizzato da Marco Fasolo. Frutto di lunghe ore di registrazioni e di un’attenzione spasmodica agli arrangiamenti e al dettaglio sonoro, il nuovo album è un’esperienza che permette di apprezzare appieno le capacità di scrittura, arrangiamento e produzione di Fasolo.

È anche il suo disco più intensamente emotivo e personale, una talvolta pensosa, talvolta gioiosa parata musicale che passa senza fatica attraverso i generi senza mai perdere la sua identità. Che si tratti di spumeggiante soul glam, di introspettive ballate dall’architettura barocca, di buffo funk retrofuturista, per arrivare alla psichedelia sballata che è il naturale marchio di fabbrica dei JG, ogni canzone è un microcosmo concepito con scrupolosa attenzione ai particolari. A legare tra loro i pezzi è la produzione di Fasolo, insieme materica e aerea, capace di rendere in maniera quasi fisica la costruzione musicale dei brani.

Ingresso 12 euro.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • La notte di Patti Smith: la Sacerdotessa del Rock all'Alighieri

    • 4 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Una serata con Manuel Agnelli: il frontman degli Afterhours in concerto all'Alighieri

    • 26 novembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Niccolò Fabi torna in tour e parte da Ravenna

    • 1 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri

I più visti

  • La notte di Patti Smith: la Sacerdotessa del Rock all'Alighieri

    • 4 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Una serata con Manuel Agnelli: il frontman degli Afterhours in concerto all'Alighieri

    • 26 novembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Niccolò Fabi torna in tour e parte da Ravenna

    • 1 dicembre 2019
    • Teatro Alighieri
  • Mosaici di Lego: gli 800mila mattoncini di Riccardo Zangelmi in "Forever young"

    • dal 5 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento