La divina Sarah Bernardt con Anna Bonaiuto a Cervia

Sabato 4 e domenica 5 febbraio alle ore 21 il palcoscenico del Teatro Comunale di Cervia ospiterà una delle più grandi interpreti delle nostre scene, Anna Bonaiuto, protagonista con Gianluigi Fogacci della pièce La divina Sarah (Sarah Bernhardt), uno spettacolo diretto da Marco Carniti.

I due attori saranno protagonisti di un “Incontro con gli Artisti” che si terrà nel secondo giorno della loro permanenza cervese, domenica 5 febbraio alle ore 18 presso il Ridotto del Teatro Comunale (l’ingresso all’incontro è gratuito).

“Ci sono cinque tipologie di attrici”, diceva Mark Twain. “Le cattive, le passabili, le brave, le grandi, e poi c’è Sarah Bernhardt”.

Questo testo contemporaneo è un atto d’amore di uno scrittore americano per una Diva immortale. Un’artista senza tempo, o meglio al di fuori del tempo.

Una donna che attraversa il tempo e la storia e che, con la sua arte e le sue stravaganze, ha costruito di se stessa il primo fenomeno di “divismo” nella storia dello spettacolo al femminile.

Dormire in una bara o girare per le strade con animali selvatici al guinzaglio erano il frutto di una costruzione meticolosa di un personaggio intellettuale fuori dalla norma. Qualcosa di irripetibile. Una rivoluzionaria anticonformista che, per prima, si volle imporre sulla scena in abiti maschili nella parte di Amleto, spiazzando opinione pubblica e critica. Una gamba amputata non riesce a fermare l’inarrestabile flusso vitale che guida questa grande eroina del teatro, giunta al crepuscolo della sua vita, verso un desiderio quasi ossessivo d’immortalità.

Un mito che riscrive il suo tumultuoso percorso di vita sulla pelle dello schiavo-servitore Pitou, con il quale instaura un gioco al massacro sadomasochistico, obbligandolo a subire la sua rabbia quotidiana e che, preso a capro espiatorio, gli impone di interpretare i personaggi del racconto della sua vita: da Oscar Wilde a Bernard Shaw, dal suo impresario alla madre…

Una partita a due dove il ritmo rapido e fortemente ironico delle battute e il continuo entrare e uscire dalla finzione teatrale compongono una partitura di assoluto divertimento. Un testo sarcastico dove il comico e il drammatico si alternano per la costruzione di una grande personalità d’artista che appare come una “Madonna” di altri tempi: iconica, grottesca, divertente, esasperata e disperata di fronte alla parola “fine” che per lei non dovrebbe arrivare mai. (Marco Carniti)

Biglietti: prevendite e prenotazioni telefoniche (tel. 0544 975166) da venerdì 3 febbraio dalle ore 10 alle ore 13 presso gli uffici del Teatro Comunale con ingresso dal Viale della Stazione. Prevendite on line: vivaticket.it

Cambio Turno per Abbonati alla rassegna Prosa 2016/17 del Teatro Comunale di Cervia: nei giorni e negli orari di prevendita sarà possibile comunicare ed effettuare il cambio del proprio turno di abbonamento. Il costo di questo servizio è di 3 € per ogni cambio richiesto ed effettuato.

Prezzi: da 20 a 12 euro

Info: 0544 975166

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Al teatro Masini lo show di Massimo Lopez e Tullio Solenghi

    • fino a domani
    • dal 18 al 20 febbraio 2020
    • teatro masini
  • Il mentalista Francesco Tesei stupisce il pubblico con "Human"

    • 22 febbraio 2020
    • Teatro Goldoni
  • Battibecchi senza eclusione di colpi con "Le Signorine" Isa Danieli e Giuliana De Sio

    • solo domani
    • 20 febbraio 2020
    • Teatro Goldoni

I più visti

  • Dal palco di Sanremo a quello del Bronson: Bugo in concerto

    • 7 marzo 2020
    • Bronson
  • La sfida ceramica di Picasso. Un legame di lunga data tra l'artista e Faenza

    • dal 1 novembre 2019 al 12 aprile 2020
    • MIC - Museo Internazionale della Ceramica
  • Musica, mercatini e piatti della tradizione alla Sagra della Seppia

    • dal 17 al 22 marzo 2020
    • centro commerciale di Pinarella
  • Gastronomia, vino, musica e riti antichi con i “Lòm a Merz”

    • 1 marzo 2020
    • Torre di Oriolo dei Fichi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento