Weekend da vip con Moccia, Pivetti, Gene Gnocchi e la sagra del Cappelletto

Spettacoli, concerti, la sagra del cappelletto e tanti vip popolano il fine settimana ravennate. Si va al museo gratis, ma si visitano anche oasi e luoghi misteriosi

Musica e spettacolo con Gene Gnocchi, Platinette e il party Anni Zero

Personaggi importanti, show, sagre, visite e incontri ci regalano un weekend zeppo di impegni, dove concerto e spettacolo coincidono grazie a tanti ospiti famosi e band talentuose. Venerdì il Teatro Socjale di Piangipane ospita un omaggio alle donne della canzone italiana a opera della San Marino concertt band e Platinette, al Piccadilly di Faenza va invece in scena una nuova serata di rock romagnolo con le band di Made in Faenza Rock e al Clan Destino di Faenza si ascolta il progressive rock dei The Winstons.
Sabato è Gene Gnocchi a salire sul palco del Socjale di Piangipane con il suo Sconcerto Rock, mentre al Bronson di Madonna dell'albero si balla con la musica degli Horseloverfat e il party Anni Zero e al The Ale House di Faenza si esibiscono Lisa Manara e Ricky Ferrini.

A tu per tu con Federico Moccia, Veronica Pivetti e altri artisti

Tanta letteratura e molti protagonisti da conoscere tra gli appuntamenti del fine settimana. Venerdì Marco Santagata ci racconta Boccaccio. Fragilità di un genio alla Biblioteca Classense di Ravenna, allo spazio Scambiamenti di Cervia torna la sfida tra autori del Poetry Slam e al Salone Don Bosco della parrocchia di San Simone e Giuda a Ravenna si parla di educazione con Mariapia Veladiano. Sabato lo scrittore e regista Federico Moccia sbarca a Casa Margot di Milano Marittima per presentare il suo nuovo romanzo e per il casting del nuovo film Innamorarsi in chat, intanto al Mercato Coperto di Ravenna Veronica Pivetti presenta il suo romanzo Per sole donne, la pianista Maria Cristina Ceroni guida il pubblico tra le melodie di Cajkovskij e Stravinskij alla Classense, si svolge il terzo appuntamento del Teatro degli Elementi alla Sala San Severo di Ponte Nuovo, al Moog di Ravenna si esplora l'opera di Borges in compagnia di Eugenio Baroncelli e in compagnia di Guido Barbieri si scopre canto e virtuosismo tra Sei e Settecento alla Classense. Domenica invece si inizia a respirare la giocosa aria di festa al Musa di Cervia con il laboratorio per creare maschere di Carnevale. Fino a domenica ci sono poi mostre ed eventi a Ravenna per accogliere le reliquie di San Giuseppe Moscati, il medico santo.

Il gusto romagnolo alla Sagra del Cappelletto invernale 

Veniamo ora all'angolo dedicato ai golosi che, sabato e domenica, possono ristorarsi e allo stesso tempo fare beneficenza alla Sagra del Cappelletto invernale di Massa Lombarda.

Guarda che luna!

Sabato sera appuntamento in piazza Kennedy a Ravenna con la Dea Bianca: dal centro della città si scrutano la luna e il cielo grazie ai telescopi degli astrofili ravennati.

Il weekend di Rimini
Il weekend di Cesena
Il weekend di Forlì

Tante visite: Domenica al museo, Punte Alberete e luoghi "infestati"

Il weekend ci affascina anche grazie a tante opportunità per scoprire il nostro territorio. Domenica tornano le visite gratuite in tanti monumenti e musei della nostra provincia, ma si fa anche una visita guidata nelle oasi di Punte Alberete e Valle Mandriole. Invece sabato si parte da Villa Laderchi a Faenza per una serata a caccia di fantasmi percorrendo un itinerario tra i luoghi "infestati" di Romagna e a Pinarella parte la prima Passeggiata del Paesaggio con uno sguardo speciale al cardo dolce di Cervia.

Al sipario: Paolo Rossi, le opere di Puccini e L'Abisso

Il teatro ancora una volta ci stupisce con la sua programmazione entusiasmante. Venerdì al Masini di Faenza continuano le riprese dello spettacolo L'Abisso di Davide Enia, invece venerdì e domenica il Teatro Alighieri di Ravenna ospita una doppia serata dedicata alla grande opera di Puccini con Suor Angelica e Gianni Schicchi. Sabato il Teatro Masini di Faenza fa spazio all'imprevedibile Paolo Rossi che narra la storia de Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles e domenica va in scena, di nuovo al Masini di Faenza, la favola Chi ha paura di Denti di ferro?.

Vi mostro le mostre

Amici mostruosi, guardate un po' che mostre vi mostro. Subito le novità: sabato approdano al Mar di Ravenna i mondi di carta di I love paper, mentre alla Sala La Cassa si celebrano con una collettiva i dieci anni dell'associazione Artej.
Purtroppo ci lasciano a breve: Il privilegio dell'inquietudine dedicata ad Albrecht Durer al Museo delle Cappuccine di Bagnacavallo, la Gente al lavoro del fotografo Franco Ferretti nelle vetrine dell'ex negozio Bubani a Ravenna, l'esposizione di Giuseppina Bosi e Oriano Oriani al centro sociale La Torre di Castel Bolognese e Le tre porte di Giona Dapporto a Bottega Matteotti di Bagnacavallo.
Vanno avanti: al Mic di Faenza la mostra di opere in ceramica di Pablo PicassoNella sovranità del silenzio a Sant'Agata sul Santerno, alla Biblioteca Classense di Ravenna l'intervento artistico di Nicola Samorì per il ciclo Ascoltare BellezzaPupazzi e burattini raccontano: 40 anni del Teatro del Drago e la collezione di giochi da tavolo Oche, civette e dadi, infine ci sono le opere di Vincenzo Auciello e Giorgio Esposito al Terme Beach Resort di Punta Marina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E allora cinema!

Per chi non vuol fare troppi programmi c'è sempre il cinema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Schianto all'incrocio tra un'auto e un bus con a bordo i passeggeri

  • Colpiti da un'auto mentre vanno in bici: due ciclisti in ospedale

  • Staff a contatto con un soggetto a rischio Coronavirus: il sushi chiude

  • Pulizie accurate e addio buffet: per hotel e camping "questo sarà un anno da dimenticare in fretta"

  • La dura scelta controcorrente del barista: "Il bar è la mia vita, ma riaprire vorrebbe dire fallire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento