Weekend verde: escursioni, flash mob e M'illumino di meno. Monumenti aperti e tante mostre

Un fine settimana dove tornano a farsi vedere musei e monumenti, ma ci sono anche itinerari in montagna, le mostre, il flash mob, M'illumino di meno e i lom a merz

Arriva il weekend ed è decisamente ora di svagarsi e pensare ad altro. E se ci sono pochi eventi in programma, vediamo almeno di non spegnere la mente e di trovare qualche buona idea per divertirci in sicurezza. Tra escursioni, mostre, monumenti aperti e alcune iniziative non manca l'occasione per divertirsi.

La Festa della Donna a un metro di distanza

Iniziamo da una curiosa iniziativa in programma a Cervia: sabato in piazza Garibaldi ci si ritrova per celebrare la Festa della Donna con un flash mob in cui tutte le donne sono invitate a portare un metro. Sempre sabato, in piazza a Massa Lombarda, ci sono le mimose in omaggio per le donne.

Escursioni

E' tempo di scrollarsi di dosso il panico e fare un po' di attività fisica. Per questo non c'è nulla si meglio di una bella escursione. Sabato si parte da Brisighella per salire fino a Monte Mauro e ammirare la luna piena in montagna. Domenica invece l'itinerario parte da Villa Vezzano per un'escursione notturna tra i lom a merz con un ristoro romagnolo.
Ma in provincia non mancano gli itinerari naturalistici: dalla Piallassa Baiona a Punte Alberete, dalla Foce del Bevano alle Saline di Cervia, sono tantissimi i luoghi verdi da esplorare. Per chi invece vuole spingersi su in montagna, vale la pena di affrontare le salite e le discese del Parco regionale della Vena del gesso romagnola.

Fiori, alberi e luci spente

Ci sono anche altri appuntamenti che hanno a che fare con il verde e la solidarietà. A Garden Bulzaga di Faenza da venerdì arrivano le Margherite per Airc, un fiore solidale che aiuta la ricerca sul cancro. E sempre venerdì si spengono le luci nelle città della Bassa Romagna per la nuova edizione di M'Illumino di Meno, la manifestazione dedicata al risparmio energetico che quest'anno invita tutti a piantare un albero.

Il weekend a Cesena
Il weekend a Rimini
Il weekend di Forlì

Chiese, musei e monumenti aperti

Dopo la chiusura dello scorso weekend sono stati riaperti i monumenti, i musei e i siti archeologici presenti sul nostro territorio. Va ricordato però che l’apertura è contingentata al pubblico dei musei, delle biblioteche e degli archivi, delle aree e dei parchi archeologici, e dei complessi monumentali. Sono permesse le visite guidate a condizione che vengano assicurate modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno 1 metro.

Per chi non lo ha mai fatto, o chi inizia a scordarsi la bellezza dei monumenti ravennati vale la pena di visitare capolavori come la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, Sant'Apollinare Nuovo e Sant'Apollinare in Classe, così come la Domus dei Tappeti di Pietra, la Tomba di Dante e il Porto Archeologico di Classe. Giusto per citarne alcuni. Inoltre per domenica 8 marzo le donne entrano gratis al Museo Classis.

Tra le altre chiese del capoluogo, sono aperte la Basilica di San Francesco (in piazza San Francesco), la chiesa di Santa Maria in Porto (in via di Roma) e Santa Maria del Suffragio (in piazza del Popolo), luoghi monumentali spesso sottovalutati.

Per chi ama i musei sono da vedere: il Museo Nazionale di Ravenna, il Museo Arcivescovile di Ravenna, il Mar - Museo d'Arte di Ravenna, ma anche il Museo internazionale della Ceramica a Faenza, il Museo del Sale a Cervia e il Museo Classis-Ravenna.

Inoltre, ci sono tante rocche e castelli da ammirare: a Ravenna la Rocca Brancaleone, la Rocca Sforzesca di Bagnara di Romagna e quella di Riolo Terme, oltre all'affascinante borgo medievale di Brisighella con la rocca e la torre dell'orologio.

Vi mostro le mostre

Tornano le nostre amate mostre, ma tenete presente che anche qui gli ingressi sono contingentati. C'è anche qualche nuova esposizione: spunta Gente di Mare al Museo del Sale di Cervia, poi sono arrivate 100 anni di Tonino Guerra - Tracce indelebili nelle Romagne alla Galleria comunale d'arte di Faenza, le oper di Paolo Ruffini a Bottega Matteotti di Bagnacavallo, Le feluche dei goliardi nelle vetrine dell'ex negozio Bubani in piazza a Ravenna e la doppia mostra legata all'iniziativa M'Illumino di Meno alla biblioteca Trisi di Lugo. Inoltre venerdì si aggiungono Viagem sem programa di Alvaro Siza ai Magazzini del Sale di Cervia e alla galleria Pallavicini 22 di Ravenna Le terre dell'anima di Gloria Girelli Bruni.

Si possono visitare: al Mic di Faenza la mostra di opere in ceramica di Pablo Picasso, le opere di Vincenzo Auciello e Giorgio Esposito al Terme Beach Resort di Punta Marina, a Palazzo Rasponi di Ravenna le opere di Ferriano Giardini ed Enrico Galassi l'artista fuorilegge, alla Biblioteca Classense di Ravenna Un paesaggio che attraversa la storia, al Mic di Faenza le ceramiche decorate ad aerografo della Donazione Levi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre fino a domenica sono visitabili la mostra Alta risoluzione di Elisabetta Randi al Palazzo del Commercio di Lugo e No Wall di Elio Ancarani al Granaio di Fusignano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

Torna su
RavennaToday è in caricamento