Asili nido, quando fare la domanda

L'asilo è il primo passo del bambino nel mondo della scuola: ecco tutte le informazioni relative all'ammissione e alle spese per iscrivere i propri figli a Ravenna

L'asilo nido è la prima tappa per la formazione del bambino e per il suo sviluppo sociale. Si tratta di un passaggio non obbligatorio per i bimbi dai tre mesi ai tre anni.

Gli asili nido rappresentano nella vita di un bambino il primo passo nel mondo della scuola, anche se in maniera molto meno formale rispetto all'istruzione obbligatoria. Molti genitori optano per l'iscrizione dei propri figli all'asilo sia per una mancanza di tempo causata dagli impegni lavorativi, sia per far entrare il proprio bambino in contatto con altri coetanei e permettergli di socializzare.

Chi può iscriversi all'asilo nido

Possono essere iscritti al nido bambini dal terzo mese di vita e che non abbiano superato i tre anni (dopodiché è prevista l'iscrizione alla scuola dell'infanzia). I bambini vengono divisi nelle sezioni del nido in base all'età di appartenenza: piccoli, dai tre mesi a un anno; medi, da un anno a due; grandi, da due anni a tre. 

Asilo nido: pubblico o privato?

E' possibile distinguere i nidi in due grandi famiglie: le struttura pubbliche e quelle private.
In linea di massima le strutture pubbliche (che si riferiscono in genere ad una realtà comunale) garantiscono agevolazioni economiche tramite la presentazione di dichiarazione ISEE, con le graduatorie che tengono conto della presenza di fratelli o sorelle. Inoltre l'Ente pubblico (Comune) monitora la qualità del servizio offerto in base ai parametri educativi previsti per legge. Per Ravenna va consultato il sito relativo all'ammissione ai Nidi d'infanzia del Comune.

Le strutture private, di contro, sono più flessibili dal punto di vista dell'orario, offrono soluzioni diversificate per le esigenze della famiglia ed un'offerta didattica extracurricolare più varia (data la disponibilità delle famiglie a far fronte anche a spese extra). Citiamo, infine, gli asili nido convenzionati con l'ente pubblico, strutture private ma con un'organizzazione simile a quella dell'asilo nido pubblico.

Quando fare la domanda all'asilo nido

I tempi e le modalità di iscrizione al nido variano in base alle due tipologie sopra descritte. Per le strutture pubbliche ogni Comune o città stabilisce le proprie modalità di pubblicazione del  bando di concorso per l'iscrizione, con il relativo elenco della documentazione da presentare e le tempistiche per le graduatorie. In generale, la domanda al nido va presentata tra gennaio/marzo, ma è sempre necessario consultare i siti istituzionali per avere precise indicazioni.

Le strutture private, pur avendo come riferimento lo stesso periodo della struttura pubblica,  godono di una flessibilità maggiore per l'ingresso dei bambini; ad esempio in alcuni nidi vengono programmate delle finestre di ingresso anche ad anno educativo iniziato; altri consentono semplicemente gli ingressi fino ad esaurimento posti. 

Molte informazioni relative a bandi e rette per l'asilo si trovano nel sito dedicato all'istruzione per l'infanzia del Comune di Ravenna.

Documentazione necessaria per l'iscrizione all'asilo nido

Nonostante le differenze tra pubblico e privato, la documentazione da presentare per l'iscrizione al nido è molto simile. Documentazione che nella maggior parte dei casi include:

  • Documento di identità dei genitori e codice fiscale
  • Certificato di residenza e attestazione ISEE (per le strutture pubbliche)
  • Certificato delle vaccinazioni
  • Eventuali attestazioni di disabilità
  • Modulo con i dati anagrafici del bambino

Per le strutture pubbliche le modalità di iscrizione telematiche hanno semplificato le procedure di partecipazione ai bandi: i moduli sono predefiniti e l'invio viene fatto online. 

I servizi privati prediligono una propria modalità di iscrizione. E' bene, quindi, presentarsi presso la struttura prescelta e richiedere l'esatta procedura d'iscrizione. Diversa infine è la situazione delle strutture ibride, asili privati convenzionati con l'Ente pubblico, che dovrebbero rispettare tempi e modalità di inserimento dell'Ente a cui fanno capo.

Centri estivi a Ravenna

A Ravenna esistono anche i Cren - Centri ricreativi estivi nidi d’infanzia. Per avere informazioni su requisiti e costi di queste strutture occorre visitare il sito dedicato ai Cren.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Imparare il successo si può: ecco la laurea per diventare influencer

  • Quali sono gli indirizzi universitari preferiti dagli studenti italiani?

  • Attori a Ravenna. Tanti motivi per iniziare un corso di recitazione

Torna su
RavennaToday è in caricamento