Ambiente, al Pala de Andrè gli studenti presentano agli assessori le loro idee

Sabato alle ore 10, avrà luogo nella Sala Rossa del Pala de Andrè l'evento "Gioconda a Ravenna: cari decisori, vi raccomandiamo di…" per presentare i risultati del progetto europeo Life Gioconda di cui il Comune è partner.

Sabato alle ore 10, avrà luogo nella Sala Rossa del Pala de Andrè l’evento “Gioconda a Ravenna: cari decisori, vi raccomandiamo di…” per presentare i risultati del progetto europeo  Life Gioconda  di cui il Comune è partner.

Protagonisti dell’evento saranno le studentesse e gli studenti delle classi terze della scuola secondaria di primo grado E. Mattei e delle classi 3Asa, 3Bsa e 2Asa del Liceo Scientifico  Oriani che attraverso video e interventi  illustreranno il percorso progettuale svolto da novembre dell'anno scorso ed i risultati raccolti, anche in collaborazione con Arpa, dalle indagini relative a salute e ambiente e mobilità.

Il periodo di sperimentazione di Gioconda è iniziato nel novembre 2014 attraverso incontri nelle classi da cui è partita la somministrazione di un questionario sulla percezione del rischio da parte degli  studenti e dei loro genitori nei riguardi di salute e ambiente. Durante lo scorso anno scolastico sono state fatte in collaborazione con Arpa misurazioni ambientali su aria e rumore all'interno e all'esterno delle scuole. Tali misurazioni sono state illustrate e spiegate agli studenti in diversi incontri di approfondimento. Alla ripresa del nuovo anno scolastico sono stati presentati i dati relativi alle misurazioni effettuate e messi a confronto con le percezioni registrate dai questionari elaborati, da cui sono state estratte le criticità a loro volta trasformate in raccomandazioni.

Tali raccomandazioni per il futuro della città e indirizzate agli amministratori  decisori politici e alla città, avranno domani i seguenti destinatari: Guido Guerrieri, Assessore all’Ambiente e allo Sport, Ouidad Bakkali Assessora alla Cultura, Istruzione e Infanzia, Licia Rubbi Direttore Arpa, Raffaella Angelini Dipartimento di Sanità pubblica, Nicola Scanfela e Gasparini Luana tecnici del Sevizio Mobilità e Multicentro CEAS.

Dopo questa fase di sperimentazione nelle scuole, i risultati raccolti  in tutte le città coinvolte (oltre Ravenna, Valdarno Inferiore, Napoli e Taranto) consentiranno di costruire una apposita piattaforma informatica che una volta testata  per l’utilizzo da parte di altre scuole e di altre amministrazioni pubbliche, sarà in grado di aiutare le amministrazioni a prendere decisioni in tema di salute e ambiente in modo informato, sia tenendo conto dell’opinione dei giovani e delle loro famiglie, sia dei dati ambientali locali.