Piccoli ‘ortolani energetici’ diplomati alla Elementare di Classe

Il progetto realizzato rientra nella Campagna "Dall'orto in barattolo all'orto energetico", promossa dal Comune di Ravenna per valorizzare e sostenere la creazioni di orti e aree verdi all'interno delle scuole, ed è co-finanziato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Durante l’anno scolastico che sta per concludersi i 227 bambini della Scuola Primaria di Classe sono stati protagonisti di lezioni su materie fuori dall’ordinario e hanno conseguito il diploma di “Ortolano energetico”. Sotto la guida di esperti formatori della RES (Reliable Environmental Solutions) hanno infatti imparato a coltivare gli ortaggi, seguendone tutte le fasi di crescita, e occupandosi in particolare di una piantagione di fragole che, una volta raccolte sono state trasformate in confettura.

I ragazzi di tutte le cinque classi hanno appreso pertanto sia la parte tecnico- teorica, partecipando a laboratori inerenti la conservazione dei cibi, le energie da fonti rinnovabili e sostenibili e su come rendere più ecologica la vita di tutti i giorni, che quella pratica in un terreno messo a loro disposizione all’interno del perimetro scolastico. Le lezioni sono state anche l’occasione per far comprendere loro lo stretto legame tra cibo, energia ed inquinamento motivandoli al consumo di cibi freschi di stagione e a “km zero”.

Venerdì mattina due classi di scolari sono stati ricevuti in municipio dall’assessore all’ambiente Guido Guerrieri che ringraziandoli, ha  sottolineato come sia stata azzeccata “la scelta di ospitare una premiazione così significativa ed importante in una sala come quella consiliare che rappresenta da sempre il più alto simbolo della vita democratica della nostra città: qui infatti si riuniscono i rappresentanti dei cittadini. Oggi siamo qui a parlare di fragole, di fragole un po’ particolari che voi avete saputo seguire nel loro sviluppo fino alla trasformazione in ottima confettura. E' stato un processo lungo, frutto di non poche energie e sviluppatosi sempre con l'intento di rispettare l'ambiente e di non inquinare. Bravi tutti e ricordatevi quello che avete fatto: sarà uno stimolo per voi a proseguire e per tanti altri bambini di sperimentare questa vostra straordinaria esperienza”.