Caldo, il peggio deve ancora arrivare. Ecco dove trovare un po' di sollievo

Il fine settimana si annuncia bollente: "Probabilmente le temperature diminuiranno tra sabato e domenica, ma ad inizio settimana aumenterà l'umidità"

Quella di giovedì è stata un'altra giornata di caldo infernale. E più località hanno fatto registrare valori percepiti al di sopra dei 40°C e al mare si boccheggia complici valori di umidità tra il 75 e l'80%. Ma il peggio deve ancora arrivare: la Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha diramato anche per una nuova allerta (“rossa” per la Bassa Romagna, Faentino ed entroterra e "arancione" per l'area del litorale e del comune di Ravenna), prevedendo “forti condizioni di disagio bioclimatico sulla pianura e sulla fascia collinare”. Le temperature massime saranno superiori ai 37°C, con punte fino ai 40°C, mentre le minime si manterranno su valori tropicali, superiori ai 25°C. “La massa d´aria eccezionalmente calda sta interessando tutta la regione, con maggiore intensità sulla parte centrale e orientale – illustrano dal servizio meteorologico dell'Arpae -. Il picco è previsto per la giornata di venerdì con una progressiva attenuazione dalla giornata di lunedì”.

L'analisi

Quella in atto è un'ondata di caldo di portata storica: come conferma il tecnico meteorologo di Emilia Romagna Meteo, Pierluigi Randi, “mai da quando si effettuano le rilevazioni a 1500 metri, livello di riferimento importante per stimare l'intensità delle ondate di calore, si erano superati i 24,8°C toccati nella storica ondata di caldo nel 2003. In queste condizioni si viene a creare uno strato robusto meno caldo che in quota. Per questo motivo è più caldo in collina. Ma già mercoledì questo strato è stato in parte “perforato” e venerdì c'è il rischio che venga scalfito. Per questo motivo le temperature centro-orientali potranno raggiungere e superare i 40°C, con picchi fino a 43°C”. Il fine settimana si annuncia bollente: "Probabilmente le temperature diminuiranno tra sabato e domenica, ma ad inizio settimana aumenterà l'umidità. Inoltre l'entrata temporanea del Garbino determinerà ancora valori molto alti". Capitolo fresco: “Al momento l'entrata di aria fresca in quota in grado di apportare un netto calo termico è prevista per giovedì".

I consigli del sindaco

Le strutture di Protezione civile stanno tenendo costantemente monitorata la situazione. “Per questo motivo ribadisco di continuare a mettere in atto le adeguate misure di autoprotezione  - dichiara il sindaco Michele de Pascale -. Quindi non uscire nelle ore più calde, dalle 12 alle 18, soprattutto per anziani, bambini molto piccoli, persone non autosufficienti o convalescenti; in casa, proteggersi dal calore del sole con tende o persiane e mantenere il climatizzatore a 25-27 gradi; nel caso si usi un ventilatore non indirizzarlo direttamente sul corpo; bere e mangiare molta frutta ed evitare bevande alcoliche e caffeina, in generale è opportuno consumare pasti leggeri; indossare abiti e cappelli leggeri e di colore chiaro all'aperto evitando le fibre sintetiche. Se in casa c’è una persona malata, fate attenzione che non sia troppo coperta”. 

Circoscrizioni aperte

Gli uffici del Comune di Ravenna si sono attivati per seguire le procedure previste dal Piano Comunale di Protezione Civile. Le strutture pubbliche utilizzabili in caso di necessità per trovare refrigerio sono quelle dell'area Ravenna Sud in viale Berlinguer 11 (dalle 8 alle 12.30; e dalle 14 alle 17); area Darsena in via Aquileia 13 (dalle 8 alle 12.30; e dalle 14 alle 17); area del Mare in piazzale Marinai d’Italia 19 (dalle 8 alle 13); area di San Pietro in Vincoli in via Pistocchi 41 (dalle 8 alle 13); area di Castiglione di Ravenna in via Vittorio Veneto 21 (dalle 8 alle 13); area di Roncalceci in via Sauro Babini 184 (dalle 8 alle 13); area di Sant’Alberto in via Cavedone 37 (dalle 8 alle 13); e area di Mezzano in piazza della Repubblica 10 (dalle 8 alle 13). “All’interno di tali strutture, e negli orari indicati, la cittadinanza troverà i rappresentanti delle associazioni di volontariato di Protezione civile che coglieranno l’occasione per spiegare alla cittadinanza, per quanto di competenza, le attività relative alla Protezione civile – illustra il sindaco -. Si mantengono i contatti con Ausl e Servizi sociali per l’assistenza alla popolazione”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La macabra sfida del 'Samara Challenge' arriva in Romagna: "Gioco pericoloso"

  • Vanno dal meccanico dopo l'incidente e ne fanno un altro: curiosa "scia" di sinistri

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Elisa, Alessandra Amoroso, Guccini e Tiromancino: ospiti di lusso per "Imaginaction"

  • Agricoltori in ginocchio: "Crisi senza precedenti, le aziende gettano la spugna"

Torna su
RavennaToday è in caricamento