Fanno paura mare, piogge e fiumi: scatta una nuova allerta "arancione"

Tra venerdì e sabato si attendono oltre i 40 millimetri di pioggia su tutto il territorio, con picchi maggiori nell'entroterra

Nuova allerta "arancione" per "criticità idraulica e idrogeologica" (l'equivalente di esondazioni e frane) e stato del mare. La Protezione Civile dell'Emilia Romagna spiega che "la perturbazione ancora presente sul nostro territorio determinerà condizioni di maltempo ancora per la prima parte della giornata di sabato. Si avranno precipitazioni deboli a carattere nevoso a partire da quote collinari, con accumuli dell'ordine di 10-20 centimetri progressivi dalla collina alla montagna, in attenuazione ed esaurimento durante la giornata. Per il resto del territorio piogge deboli in progressivo esaurimento".

"Nella mattinata persiste una ventilazione sostenuta lungo la fascia costiera e il mare con valori di intensità del vento forte dell'ordine di 50-61km/h - viene specificato nell'avviso -. Il mare nelle prime ore del giorno risulterà agitato al largo (altezza pari a circa 3 metri). E' prevista una temporanea attenuazione del moto ondoso nelle ore centrali del giorno e una nuova ripresa in serata ad iniziare dal largo". Il picco del maltempo è atteso nella nottata tra venerdì e sabato, quando ci sarà un'intensificazione delle precipitazioni ed un temporaneo innalzamento delle temperature in quota per un richiamo di correnti miti dai quadranti meridionali.

Questo favorirà un innalzamento temporaneo delle zero termico, con nevicate confine solo oltre i 1300 metri. Le correnti più calde potranno favorire il parziale scioglimento della neve caduta abbondante in questi giorni su tutto l'entroterra, contribuendo così ad aumentare il volume dei corsi d'acqua e dei fossati. Tra venerdì e sabato si attendono oltre i 40 millimetri di pioggia su tutto il territorio, con picchi maggiori nell'entroterra.

"Raccomando - dichiara il sindaco Michele de Pascale - di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso, prestare particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua, alle strade allagate e ai sottopassi e non accedere a questi ultimi nel caso li si trovi allagati; fissare gli oggetti sensibili agli effetti del vento o suscettibili di essere danneggiati; non accedere a moli e dighe foranee e prestare particolare attenzione nel caso in cui si acceda alle spiagge”. L’allerta completa si può consultare sul portale Allerta meteo Emilia Romagna (https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it/ ) e anche attraverso twitter (@AllertaMeteoRER); sul portale sono presenti anche molti altri materiali di approfondimento, tra i quali le indicazioni su cosa fare prima, durante e dopo le allerte meteo, nella sezione “Informati e preparati” (http://bit.ly/allerte-meteo-cosa-fare ).

La tendenza

Sabato pomeriggio ci sarà una brevissima tregua, in attesa di un nuovo cambiamento atmosferico, questa volta per effetto di un'irruzione di aria fredda di matrice artico-siberiana. Tale determinerà domenica un sensibile abbassamento delle temperature e la possibilità di nevicate, deboli in pianura e più intense sulla fascia pede-collinare. Seguirà una forte diminuzione delle temperature, con valori decisamente inferiori allo zero sia per le minime che per le massime. Lunedì non si escludono isolate nevicate, mentre tra martedì e mercoledì il maltempo concederà una tregua, in un contesto comunque da brivdi. Giovedì possibile peggioramento delle condizioni atmosferico, con rischio neve a quote molto basse.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si allena con la bici per l'Ironman, ma in autostrada: caos sull'A14

  • Camion resta bloccato sul ponte: "Pericolosissimo, si aspetta che crolli?"

  • Scoppia un incendio nell'azienda di pallet: alta colonna di fumo nero in cielo

  • Escort e over 45, trasgressione senza età: il lato piccante di Ravenna

  • Sbanda con l'auto e finisce contro la colonnina del metano: Vigili del fuoco al lavoro

  • In arrivo nuovi box velox sulla strada teatro di incidenti mortali

Torna su
RavennaToday è in caricamento