Maltempo in arrivo con rischio neve anche in pianura: scatta l'allerta della Protezione Civile

La Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha diramato un'allerta gialla per "neve" ad eccezione della fascia costiera

Possibilità di nevicate anche in pianura a partire dalla nottata tra lunedì e martedì sulla Romagna occidentale. La Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha diramato un'allerta gialla per "neve" ad eccezione della fascia costiera. "Il transito di un'onda depressionaria apporterà precipitazioni diffuse con quota neve in rapido abbassamento fino alle aree di pianura - si legge nell'avviso -. Nevicate deboli, a tratti moderate, interesseranno la regione fino a quote collinari e con alta probabilità saranno interessate anche le pianure centro-occidentali; forte incertezza sui quantitativi che si posso accumulare al suolo nelle aree di pianura. La stima più cautelativa prevede un massimo di 15 centimetri, più probabile sulla pianura centrale. Fenomeni di acqua mista a neve si prevedono nelle zone limitrofe al ferrarese e ravennate. Nel corso della serata intensificazione della ventilazione da nord-est sulla zona costiera con aumento del moto ondoso".

Un fronte freddo, in discesa dal Nord Europa, genererà lunedì la formazione di un minimo depressionario sul Mar Ligure, in traslazione verso il versante Adriatico centrale. La seconda fase del transito del sistema perturbato richiamerà al suolo aria fredda dai quadranti nord-orientali. Questo si tradurrà in precipitazioni a partire dalla tarda mattinata di lunedì sui settori occidentali, in estensione in serata al resto del territorio, con episodi nevosi fino a bassa quota sopratttutto nella nottata su martedì, quando l'aria fredda farà il suo ingresso in pianura. Lunedì mattina il cielo si presenterà molto nuvoloso o coperto, con deboli precipitazioni nevose sui rilievi a quote via via sempre più basse. Dalla serata si attende un'intensificazione dei fenomeni, con i fiocchi a quote collinari, mentre in pianura si avranno i primi fenomeni di pioggia mista a neve.

Con la rotazione dei venti dai quadranti nord-occidentali, le precipitazioni saranno prevalentemente a carattere nevoso anche in pianura, specie a ridosso dell'asse della via Emilia. I fenomeni saranno più intensi su collina e fascia appenninica. Martedì mattina le nevicate tenderanno gradualmente ad attenuarsi. Le temperature subiranno una decisa flessione, con massime che non andranno oltre i 3°C. Si attendono fenomeni più intensi rispetto a quanto visto il 3 febbraio, quando buona parte della pianura ravennate finì imbiancata. Tutto dipenderà dalla collocazione del minimo depressionario al suolo, collocato al fronte freddo in discesa dal Nord Europa. Alcuni modelli matematici piazzano il minomo al suolo più a nord ed in questo caso sarebbero favorite alle precipitazioni nevose l'Emilia e il ravennate. Il successivo rasserenamento del cielo potrà favorire la formazione di gelate nella notte tra martedì e mercoledì, diffuse sulle aree innevate.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La macabra sfida del 'Samara Challenge' arriva in Romagna: "Gioco pericoloso"

  • Vanno dal meccanico dopo l'incidente e ne fanno un altro: curiosa "scia" di sinistri

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Elisa, Alessandra Amoroso, Guccini e Tiromancino: ospiti di lusso per "Imaginaction"

  • Agricoltori in ginocchio: "Crisi senza precedenti, le aziende gettano la spugna"

Torna su
RavennaToday è in caricamento