Marina di Ravenna "imbiancata" dalla neve chimica: ecco che cos'è

Oltre al magico effetto galaverna, che ha allietato il risveglio di molti abitanti della provincia, a sorprendere i residenti di Marina di Ravenna ci ha pensato anche la "neve chimica"

Oltre al magico effetto galaverna, che ha allietato il risveglio di molti abitanti della provincia - in particolar modo nel lughese - a sorprendere i residenti di Marina di Ravenna ci ha pensato anche la "neve chimica".

La "neve chimica" è un fenomeno atmosferico che si verifica solo in presenza di alti tassi d’umidità, temperature inferiori allo zero e nei pressi di presidi industriali che emettono nell'aria polveri sottili come ossido di carbonio, biossido d’azoto, biossido di zolfo o pm10. Le goccioline d’acqua sospese in atmosfera, all’interno della nebbia, tendono a legarsi alle particelle emesse dalle industrie che fungono da nuclei di condensazione, formando veri e propri fiocchi di neve che poi precipitano al suolo e imbiancano il paesaggio.

Gelido risveglio: la nebbia regala la magia dell'effetto galaverna

Potrebbe interessarti

  • Benefici ed effetti collaterali dello zenzero

  • Sopravvivere al caldo senza aria condizionata? Ecco come fare

  • Biblioteche a Ravenna: elenco, contatti e informazioni

  • Come pulire il forno a microonde con prodotti naturali

I più letti della settimana

  • Estate maledetta sulle strade, nuova sciagura: centauro muore in uno scontro con un'auto

  • Forte temporale a Cervia: strade e sottopassi allagati e alberi crollati

  • Ennesima sciagura sulle strade: spezzata un'altra giovane vita

  • Paura in spiaggia: uomo rischia di annegare mentre fa il bagno

  • Schiacciata sotto un albero nella tempesta: amputata la gamba, donna resta in coma

  • Il primo tentativo era fallito, tenta di suicidarsi annegando: nuovo provvidenziale salvataggio

Torna su
RavennaToday è in caricamento