Meteo, pioggia e vento in arrivo: scatta l'allerta della Protezione civile

Si raccomanda di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso, fissare gli oggetti sensibili agli effetti del vento o suscettibili di essere danneggiati

Una forte perturbazione attraverserà domenica il Cesenate, portando piogge in pianura e nevicate a quote basse. La Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha diramato un'allerta "gialla" per criticità idraulica, criticità idrogeologica e neve, quest'ultima per la fascia collinare, per e vento e stato del mare per la fascia costiera. "L'ingresso di una perturbazione da nord determinerà condizioni di maltempo in particolare sul settore centro-orientale della regione - premette l'avviso -. Sono previste precipitazioni diffuse per l'intera giornata, con intensità maggiori nella seconda parte della giornata, con valori medi areali compresi fra 20 e 40 millimetri in 24 ore".

"Fenomeni di acqua mista a neve nelle bassa collina - viene evidenziato -. Le nevicate si attesteranno su quote a partire da 400-500 metri. I quantitativi previsti in queste aree sono compresi tra 20-30 centimetri cumulati totali". Domenica pomeriggio, evidenzia la Protezione Civile, "la ventilazione proveniente da nord, nord-est interesserà la fascia costiera con intensità di vento forte (valori compresi fra 50 e 61 Km/ora). Il mare sarà molto mosso, localmente agitato al largo nel pomeriggio, con altezza d’onda prevista attorno a 2,5 metri, localmente anche superiore".

Lunedì sono attese residue nevicate sui rilievi. Le temperature minime oscilleranno tra 4 e 6 gradi, mentre le massime tra 6 e 8 gradi. Dopo una breve tregua, il servizio meteorologico dell'Arpae dell'Emilia Romagna prevede un "nuovo peggioramento delle condizioni meteorologiche da martedì con precipitazioni che, tra mercoledì e giovedì, interesseranno gran parte della regione. I fenomeni, nevosi sulla dorsale appenninica, potranno interessare anche le aree di pianura nella giornata di giovedì. Le temperature sono previste in generale diminuzione.

La Capitaneria di Porto di Ravenna sensibilizza la cittadinanza al rispetto dell'ordinanza numero 2 del 2014 che, tra l’altro, prevede il divieto di accesso alle dighe foranee e sui moli guardiani del porto di Ravenna, in caso di condizioni metereologiche avverse. L'amministrazione comunale raccomanda "di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso, fissare gli oggetti sensibili agli effetti del vento o suscettibili di essere danneggiati, non accedere a moli e dighe foranee e prestare particolare attenzione nel caso in cui si acceda alle spiagge; prestare inoltre particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua, alle strade allagate e ai sottopassi e non accedere a questi ultimi nel caso li si trovi allagati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • Trigone preso a bastonate in spiaggia: denunciato l'autore dei maltrattamenti

Torna su
RavennaToday è in caricamento