Caldo africano eccezionale: tutti i record stracciati nel ravennate

Dopo una flessione delle temperature per l'inizio della settimana, flussi meridionali determineranno un nuovo aumento termico fino alla giornata di mercoledì, con tempo prevalentemente stabile e soleggiato

E' prevista in attenuazione la forte ondata di caldo africano che ha stracciato record su record sul territorio ravennate. Anche quella di sabato è stata una giornata che ha visto in alcune località la colonnina di mercurio superare i 40°C. Ma nelle prossime ore si attende un calo delle temperature. Domenica la giornata inizierà con condizioni di cielo sereno, ma nel pomeriggio non si esclude la formazione di rovesci e temporali sulle aree collinari emiliane in estensione verso le basse pianure lungo il fiume Po. E' possibile che nella serata alcuni temporali dal Veneto possano raggiungere il ravennate. Localmente non si escludono fenomeni violenti, con raffiche di vento e grandinate. 

L'inizio della settimana

Dopo una flessione delle temperature per l'inizio della settimana, flussi meridionali determineranno un nuovo aumento termico fino alla giornata di mercoledì, con tempo prevalentemente stabile e soleggiato. Nella giornata di giovedì il rapido transito di un'area depressionaria sulla nostra penisola potrà determinare un temporaneo peggioramento con nuvolosita' in aumento e precipitazioni sparse sulla regione con temperature in flessione.

I record battuti

Il tecnico meteorologo di Emilia Romagna Meteo, Pierluigi Randi, ha tracciato nella propria pagina Facebook un primo riepilogo della situazione nel ravennate relativamente a questa severissima ondata di caldo, con alcuni nuovi record di temperatura massima assoluta abbattuti: Alfonsine 41,3°C il 4 agosto (vecchio record 40,9°C l'11 agosto 2003); Bagnacavallo 42,3°C il 4 agosto (precedente 40,0°C il 25 agosto 2011); S. Agata  40,6°C il 4 agosto (precedente 40,0°C l11 agosto 2003, 20 luglio 2007 e 28 luglio 2013); Faenza 40,6°C il 3 agosto (precedente 40,4°C il 20 luglio 2007 ed il 7 agosto 2013); San Pietro in Vincoli 41°C il 4 agosto (precedente 38,8°C il 24 agosto 2012); Granarolo faentino 40,9°C il 4 agosto (precedente 39,1°C il 28 luglio 2013); Brisighella 42,5°C il 4 agosto (precedente 40,0°C l’11 agosto 2003); e San Cassiano 41,3°C il 3 agosto (precedente 40,2°C il 18 luglio 2007). Ci sono altri 40°C, ma in alcuni casi, spiega Randi, "la serie storica è troppo breve per fare raffronti con precedenti ondate di caldo: Voltana 40,3°C; Albereto di Faenza 40,7°C; Reda 41,8°C; Cotignola 41,7°C; Mezzano 40,1°C; e San Pietro in Trento 41,6°C. "E' possibile notare come i record precedenti risalivano comunque al nuovo millennio, e ciò la dice lunga - commenta Randi -. Se poi consideriamo le temperature medie peggio ancora".

Potrebbe interessarti

  • I Consultori a Ravenna: elenco, indirizzi e servizi

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • I borghi medievali romagnoli da non perdere

  • Trapianto di cornea a Ravenna: numeri in crescita, interventi e farmaci innovativi

I più letti della settimana

  • I pompieri arrivano per spegnere un incendio: e trovano il cadavere di un uomo

  • La scia di sangue non si ferma. Schianto sull'Adriatica, muore dopo 6 giorni di agonia

  • Si schiantano contro le auto parcheggiate e si cappottano: tre giovani in ospedale

  • Si spoglia ubriaca in mezzo alla strada, poi aggredisce i poliziotti: in manette

  • Accoltellato di fronte alla caserma della Municipale: scene da panico in Darsena

  • Chiusi i 'campi-parcheggio' a Lido di Classe: ed è subito strage di multe

Torna su
RavennaToday è in caricamento